Moderna, focus sul vaccino in vista dei risultati del 3° trimestre

Il programma clinico per il vaccino anti-Covid sarà sotto i riflettori

Moderna, si attendono i risultati del terzo trimestre
3' di lettura

Giovedì, prima dell’apertura del mercato, Moderna Inc (NASDAQ:MRNA), che è una fra le capofila nella corsa al vaccino contro il coronavirus, pubblicherà i risultati finanziari del terzo trimestre.

Aspettative per il secondo trimestre: gli analisti, in media, prevedono che la società riporterà una perdita per azione di 0,43 dollari, su un fatturato di 77,51 milioni.

Un anno fa Moderna aveva registrato una perdita di 0,37 dollari per azione e un fatturato di 18,36 milioni.

Dal momento che Moderna non dispone ancora di un prodotto commerciale sul mercato, i ricavi provengono da collaborazioni e contributi.

La società è uscita dal secondo trimestre conclusosi il 30 giugno con liquidità, mezzi equivalenti e investimenti per 3,07 miliardi di dollari, grazie a un’offerta azionaria da 1,3 miliardi di dollari e sovvenzioni provenienti da diverse agenzie federali.

Ma più che sugli indicatori finanziari che finiscono sulle prime pagine dei giornali, è probabile che gli analisti di Wall Street si concentreranno su eventuali aggiornamenti relativi al programma per il vaccino contro il coronavirus.

Link correlato: Vaccini di Moderna e Pfizer: 2 mesi di vantaggio sui rivali

Moderna è nella parte finale del processo del vaccino: mRNA-1273, il candidato vaccino contro il coronavirus di Moderna, azienda con sede a Cambridge (Massachusetts), è sotto valutazione in uno studio di fase avanzata.

L’azienda ha già diffuso dati preclinici e dati provvisori di Fase 1 positivi per il suo candidato vaccino.

Recentemente Moderna ha annunciato il completamento della fase di arruolamento alla sperimentazione multicentrica, che sarà costituita da 30.000 partecipanti.

La prima analisi provvisoria dovrebbe arrivare dopo 53 eventi, secondo progetto di sperimentazione clinica di Fase 3 di Moderna.

I modelli degli analisti sell-side stimano che si arriverà ad un’autorizzazione all’uso d’emergenza prima della fine dell’anno, a seguito di una lettura provvisoria prevista a novembre.

Alan Carr, analista di Needham, stima le vendite del mRNA-1273 in 400 milioni di dollari nel quarto trimestre, 2 miliardi nel 2021 e 1 miliardo nel 2022.

Sul fronte normativo, l’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari del Regno Unito ha iniziato la revisione della presentazione graduale per la domanda di licenza biologica fatta dalla società per mRNA-1273.

Moderna ha anche stipulato accordi di fornitura e fra questi uno dei più recenti è quello con il governo del Qatar.

Dato che la riunione del comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione dei Centers for Disease Control degli USA  è prevista per venerdì, questa settimana risulta ricca di eventi per l’azienda e per il titolo.

A differenza di alcune grandi aziende farmaceutiche, il programma sul vaccino di Moderna è progredito senza intoppi e senza alcun timore in termini di sicurezza.

La linea di produzione dell’azienda include molti altri candidati promettenti.

Movimento dei prezzi di MRNA: dall’inizio dell’anno le azioni di Moderna sono avanzate enormemente, segnando un +360%.

Gli analisti, in media, valutano il titolo come Buy e il prezzo obiettivo medio è di 92,54 dollari, con la stima più alta a quota 136 dollari.

Mercoledì, all’ultimo controllo, le azioni Moderna erano in calo del 5,67%, a 66,66 dollari.

Link correlato: Moderna, cosa dicono gli analisti dopo gli ultimi sviluppi