General Motors, “grande opportunità” in Cina

Questo è il pensiero espresso da Mary Barra, CEO della compagnia automobilistica statunitense

General Motors, “grande opportunità” in Cina
3' di lettura

Giovedì Mary Barra, amministratrice delegata di General Motors, è stata intervistata dalla CNBC alla trasmissione ‘Squawk on the Street’, fornendo informazioni sugli utili trimestrali dell’azienda e su cosa ci aspetta.

Barra sugli utili: il CEO di GM ha evidenziato gli utili del terzo trimestre riferiti da General Motors Company (NYSE:GM) giovedì mattina.

General Motors ha registrato “una forte domanda per i nostri prodotti” nel terzo trimestre, ha affermato Barra. 

L’AD ha poi sottolineato il fatto che nel terzo trimestre il prezzo medio di vendita dei veicoli è risultato più elevato.

Barra ha inoltre segnalato una “performance molto forte da GM Financial”.

Quota di mercato dei camion GM: recentemente, la strategia di General Motors è stata quella di coprire tutte le parti del mercato dei camion, dal lato del valore ai modelli ad alta funzionalità, ha affermato Barra.

Nel trimestre, l’azienda ha registrato “prezzi medi di transazione più elevati” nel mercato degli autocarri, ha spiegato il CEO che reputa che la domanda per i camion della General Motors sarà permanente.

Link correlato: 7 titoli da monitorare oggi, 5 novembre 2020

Collaborazione GM-Nikola: a Barra è stato chiesto della partnership siglata da General Motors con Nikola Corporation (NASDAQ:NKLA).

“Stiamo proseguendo le discussioni con Nikola”, ha dichiarato l’AD. 

Barra ha poi detto di non avere “nulla da annunciare in questo momento”, e che la società fornirà ulteriori aggiornamenti al momento opportuno.

General Motors ha prorogato la scadenza per il completamento della partnership con Nikola, che attualmente è fissata al 3 dicembre.

Barra sulle misure di stimolo e il COVID-19: l’AD di GM ha dichiarato che dobbiamo “lavorare come Paese per tenere il COVID sotto controllo”.

Il CEO di General Motors ha affermato che nuove potenziali misure di stimolo sarebbero positive per una maggiore domanda a favore dei prodotti dell’azienda.

Crescita in Cina: nel terzo trimestre, la joint venture cinese della società ha registrato entrate per 11 miliardi di dollari; si tratta di un miglioramento sia rispetto al fatturato totale del terzo trimestre dell’anno precedente, a quota 9,7 miliardi di dollari, che rispetto ai 9,2 miliardi di dollari del trimestre precedente.

Sempre nel terzo trimestre, General Motors ha consegnato in Cina oltre 771.000 veicoli, in aumento rispetto alle 462.000 e alle 714.000 unità registrate, rispettivamente, nel primo e nel secondo trimestre di quest’anno fiscale; la cifra totale ha anche battuto quella realizzata nel terzo trimestre dello scorso anno, di oltre 690.000 unità.

“Vediamo una ripresa generale da un punto di vista settoriale”.

Barra ha affermato che, secondo la società, la ripresa in Cina continuerà.

“Siamo rimasti soddisfatti della nostra performance” in Cina, ha sottolineato l’AD di GM.

Durante l’intervista, Barra è intervenuta anche sul Wuling Mini; nel terzo trimestre è stato il veicolo elettrico più venduto in Cina, battendo Tesla Inc (NASDAQ:TSLA).

Barra ha aggiunto che la General Motors ha una “grande opportunità” in Cina.

Movimento dei prezzi di GM: giovedì, all’ultimo controllo, le azioni della General Motors sono salite del 3,83%, a 36,59 dollari.  

Foto tratta dall’archivio di Benzinga.