Warren Buffett ha investito su Tesla?

Ecco perché le persone suppongono che l’oracolo di Omaha abbia puntato sull’azienda di Palo Alto

Warren Buffett ha investito su Tesla?
3' di lettura

Voci di corridoio indicano che il leggendario investitore e presidente di Berkshire Hathaway Inc (NYSE:BRK-A) (NYSE:BRK-B), Warren Buffett, starebbe segretamente costruendo una posizione in Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), titolo in forte espansione.

L’investimento segreto di Buffett: mercoledì le azioni della società guidata da Elon Musk sono salite di oltre il 10% e, dall’inizio della settimana, hanno guadagnato il 19%.

Lunedì, Berkshire Hathaway nella sua dichiarazione 13F non ha rivelato alcune informazioni sulla sua posizione in una società, affermando che queste sono state “presentate separatamente” presso la Securities and Exchange Commission (SEC).

David Kass, professore di finanza presso l’Università del Maryland, ha detto a Business Insider che Buffett sta “senza dubbio costruendo una grande posizione adesso e che potrebbe essere svelata nella sua prossima dichiarazione 13F”.

Kass, che ha seguito attentamente Buffett per più di 30 anni, ha osservato che l’investitore ha “ricevuto più volte un trattamento riservato in passato”.

Il professore ha infatti notato che, in maniera analoga, intorno al 2015 Buffett ha costruito in via confidenziale una posizione nella società di energia, produzione e logistica Phillips 66 (NYSE:PSX), e prima ancora in International Business Machines (NYSE:IBM).

James Shanahan, analista di Edward Jones, sospetta che Berkshire “stia costruendo una posizione di rilievo in una società quotata e che vorrebbe continuare a farlo prima di rivelarla”, secondo Business Insider.

Shanahan ha anche messo in evidenza gli utili del terzo trimestre di Berkshire che, se si esclude Kraft Heinz Co (NASDAQ:KHC), valutano il portafoglio azionario della società 245 miliardi di dollari. Eppure, il deposito 13F dell’azienda mostra solo 220 miliardi di dollari di partecipazioni.

Le azioni mancanti di Tesla: nel frattempo, l’analista indipendente Frank Peelen ha affermato che durante il terzo trimestre “sembrano essere scomparse” 50 milioni di azioni Tesla, come riportato per la prima volta da Electrek.

Attraverso un tweet, Peelen ha anche ipotizzato che gli 11 miliardi di dollari di differenza nei numeri di Berkshire, dopo aver tenuto conto di altri investimenti recenti, potrebbero rappresentare una scommessa riservata su Tesla.

L’investimento da 11 miliardi di dollari potrebbe portare Berkshire a ottenere più del 5% di proprietà nella maggior parte delle aziende, il che però ne implica la divulgazione, a meno che non si ottenga un’esenzione dalla SEC.

Peelen ha ipotizzato che, se la capitalizzazione di mercato di Tesla fosse superiore a 220 miliardi di dollari, la divulgazione non sarebbe applicabile, ma che esistono soltanto 25 società di questo tipo quotate in Borsa negli Stati Uniti; la stessa Berkshire è una di queste società e possiede già azioni di altre nove di esse.

Buffett, che è un investitore in General Motors Company (NYSE:GM) e che sostiene la casa automobilistica cinese BYD Company Limited (OTC:BYDDF), aveva precedentemente detto “no” all’investimento in Tesla.

Questo mese è stato rivelato che, nel bel mezzo dell’attuale pandemia di COVID-19, l’investitore veterano ha comprato azioni delle case farmaceutiche AbbVie Inc (NYSE:ABBV), Bristol-Myers Squibb Co (NYSE:BMY), Pfizer Inc (NYSE:PFE) e Merck & Co, Inc (NYSE:MRK).

Movimento dei prezzi: mercoledì le azioni di Classe A della Berkshire Hathaway hanno chiuso con un -1,13%, a 345.592 dollari; lo stesso giorno, le azioni di Classe B della società hanno chiuso in ribasso dell’1,33%, a 230,07 dollari.

Foto per gentile concessione: Fortune Live Media tramite Flickr

Nessun Articolo da visualizzare