Conta delle cellule tumorali circolanti nel sangue: un nuovo studio a supporto dell’utilità clinica per il monitoraggio precoce nel carcinoma mammario metastatico

4' di lettura

Lo studio, selezionato per una presentazione orale al San Antonio Breast Cancer Symposium 2020, dimostra come la conta delle Cellule Tumorali Circolanti possa aiutare a ottimizzare la scelta terapeutica

BOLOGNA, Italia e HUNTINGDON VALLEY, Pa., 15 dicembre 2020 /PRNewswire/ — Menarini Silicon Biosystems, pioniere nel campo delle tecnologie per la biopsia liquida, ha annunciato oggi i risultati di una nuova analisi aggregata che ha utilizzato i dati provenienti da 14 trial clinici per valutare l’importanza della conta delle cellule tumorali circolanti (CTC) per predire la prognosi della malattia e l’efficacia del trattamento nel carcinoma mammario metastatico (MBC). Questo studio globale, basato su 4.079 casi, include tutti i sottotipi di MBC, ed è a oggi la più grande analisi aggregata sul ruolo della conta seriale delle CTC in tale contesto.

Menarini logo

L’analisi è stata condotta dalla Prof.ssa Minetta C. Liu, docente e ricercatrice presso il Dipartimento di Oncologia della Mayo Clinic di Rochester (Minnesota, USA), e dal Prof. Wolfgang Janni, docente di Ostetricia e Ginecologia presso lo University Hospital di Ulm (Germania). Secondo la Prof.ssa Liu: «Questo lavoro è frutto di una collaborazione internazionale ed ha coinvolto un numero senza precedenti di trial clinici condotti in Asia, Europa e America del Nord. I colleghi hanno gentilmente messo a disposizione i dati individuali anonimizzati delle pazienti derivanti da studi clinici prospettici già pubblicati nella letteratura scientifica per un totale di oltre 4.000 pazienti. Questo alto numero di pazienti ci ha permesso di raggiungere il nostro obiettivo principale, ovvero determinare e convalidare ulteriormente il ruolo della conta delle CTC per il monitoraggio precoce della malattia in pazienti affette da MBC, indipendentemente dai sottotipi determinati dal recettore ormonale e dallo stato di HER2».

I dati utilizzati in quest’analisi aggregata sono stati raccolti al baseline e dopo una media di 29 giorni dall’inizio del trattamento (follow-up). L’individuazione, la conta e la fenotipizzazione delle CTC presenti nel sangue sono state eseguite con il sistema CELLSEARCH® CTC di Menarini Silicon Biosystems. Le analisi statistiche si sono concentrate sull’associazione tra i risultati della conta seriale delle CTC e la sopravvivenza globale (OS) nell’intero gruppo di pazienti e in determinati sottogruppi. I sottogruppi includevano pazienti con tumore positivo al recettore ormonale, tumore positivo al recettore HER2 e da tumore triplo negativo, ma anche pazienti con un tipo di cancro al seno non specificato. In maniera uniforme in tutti i sottogruppi, le pazienti con CTC “non rilevabili” (CTC0) sia al baseline che al follow-up, ossia il gruppo di riferimento, hanno mostrato un più lunga e significativa (p <0,0001) sopravvivenza globale (47,05 mesi) rispetto ai 17,87 mesi per le pazienti con CTC “rilevabili” in entrambi i periodi di controllo.

«Considerato che l’efficacia delle nuove terapie è sempre più legata alle caratteristiche biologiche di un determinato tumore esiste la necessità di continuare a migliorare gli strumenti diagnostici per la valutazione dei tumori metastatici. Questo studio sostiene con forza l’importanza di un monitoraggio precoce della conta delle CTC in tutti i sottotipi di MBC per ottimizzare la gestione personalizzata dei pazienti durante il percorso terapeutico e migliorare pertanto la loro prognosi» ha commentato il Prof. Wolfgang Janni.

Per Fabio Piazzalunga, presidente e CEO di Menarini Silicon Biosystems: «I risultati di questa estesa analisi ancora una volta rafforzano il ruolo della conta delle CTC per ottimizzare la gestione clinica di pazienti affetti da tumori mammari metastatici e testimoniano l’estrema importanza di sviluppare test prognostici/predittivi per supportare terapie innovative mirate a migliorare la prognosi e la qualità di vita dei pazienti». Pioniere nel campo della biopsia liquida, Menarini Silicon Biosystems è impegnata nello sviluppo di tecnologie che aiutino i medici a individuare le strategie terapeutiche più appropriate nel difficile ed eterogeneo contesto del carcinoma mammario avanzato.

Informazioni su CELLSEARCH

CELLSEARCH è il primo e unico test validato dalla Food & Drug Administration (FDA) americana per individuare e quantificare le CTC nel sangue al fine di aiutare i medici nella gestione dei pazienti affetti da cancro metastatico mammario, prostatico e colorettale, se impiegato in associazione ad altri metodi clinici di monitoraggio. Il test è stato approvato anche dalla National Medical Products Administration (NMPA) cinese per l’utilizzo nel monitoraggio delle pazienti affette da carcinoma mammario metastatico. Il sistema CELLSEARCH è la tecnologia CTC più studiata, con ricerche presenti in oltre 650 pubblicazioni peer-reviewed.

Per maggiori informazioni sulla destinazione d’uso completa e le limitazioni del sistema CELLSEARCH, si rimanda alle istruzioni per l’uso: http://documents.cellsearchctc.com/.

Informazioni su Menarini Silicon Biosystems

Menarini Silicon Biosystems offre tecnologie e soluzioni avanzate per lo studio delle cellule rare che forniscono ai ricercatori clinici accesso a una risoluzione senza precedenti nell’analisi delle cellule e la loro caratterizzazione molecolare.

Menarini Silicon Biosystems, che ha sedi a Bologna e a Huntingdon Valley (Pennsylvania, USA), è una società interamente controllata dal Gruppo Menarini, multinazionale farmaceutica, biotecnologica e di diagnostica, con sede a Firenze e con oltre 17.000 dipendenti in 140 paesi.

Linda Pavylinda.pavy@bcw-global.com