Apple e settore EV, risposta istintiva da investitori

Secondo un analista di TF Securities, la reazione eccessivamente positiva mostrata nei confronti del titolo sarà di breve durata

Apple e il settore EV, risposta istintiva degli investitori
2' di lettura

È improbabile che un veicolo elettrico a marchio Apple Inc (NASDAQ:AAPL) diventi realtà almeno prima del 2025, secondo l’analista di TF Securities Ming-Chi Kuo.

Cosa è successo: se Apple dovesse iniziare a sviluppare un veicolo elettrico nel 2020 e “se tutto va bene”, il lancio di un veicolo del genere potrebbe avvenire tra il 2025 e il 2027, ha detto l’analista, come riportato da Apple Insider.

“A causa dei cambiamenti nel mercato dei veicoli elettrici/a guida autonoma e degli elevati standard di qualità di Apple, non saremmo sorpresi se il programma di lancio di Apple Car fosse posticipato al 2028 o successivamente”, ha detto l’analista in una nota.

Kuo ha avvertito gli investitori di non credere a un precedente report in cui si affermava che alcuni produttori di Taiwan si stavano affannando per fornire parti ad Apple in vista del lancio di un veicolo elettrico nel settembre 2021, come riferisce Apple Insider.

Secondo Kuo, gli acquisti da parte di investitori che corrono a comprare azioni di società che sarebbero legate alle iniziative di Apple in materia di auto elettriche rappresentano una “reazione istintiva che potrebbe rivelarsi di breve durata”.

Perché è importante: l’analista ha citato l’incertezza del “programma di lancio”, la mancanza di un fornitore o di specifiche per il veicolo e la poca certezza legata al tema della “competitività nel mercato dei veicoli elettrici/delle auto a guida autonoma” da parte di Apple come i tre motivi per cui gli investitori dovrebbero evitare di investire in azioni di società legate all’incursione nel settore EV dell’azienda guidata da Tim Cook.

In un precedente rapporto, TF Securities aveva previsto un lancio di Apple Car tra il 2023 e il 2025, come ha osservato Apple Insider.

Kuo ha inoltre invitato gli investitori a tenere a freno le loro “alte aspettative” per l’Apple Car, portando come esempio i precedenti tentativi compiuti da Cupertino di entrare in altri mercati, come quello degli altoparlanti intelligenti, con l’introduzione di HomePod e HomePod mini.

“La concorrenza nel mercato delle auto elettriche/a guida autonoma è più agguerrita rispetto a quella degli altoparlanti intelligenti, dunque riteniamo sia pericoloso saltare alla conclusione che Apple Car avrà successo”, ha scritto l’analista, come osservato da MacRumors.

La scorsa settimana, l’analista di Loup Ventures Gene Munster ha affermato che l’azienda produttrice di iPhone potrebbe diventare il “primo vero rivale” di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA).

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni Apple hanno chiuso in aumento di quasi lo 0,8%, a 131,97 dollari.