Pre-market: salita dei futures nella prima sessione del 2021

Un’occhiata ai mercati; la somministrazione del vaccino Moderna potrebbe essere dimezzata per alcune persone

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Negli scambi pre-market della prima giornata di contrattazioni del nuovo anno i futures azionari statunitensi sono in territorio positivo. Domenica il capo consigliere dell’operazione Warp Speed, Moncef Slaoui, ha dichiarato che potrebbe essere dimezzato il volume della somministrazione del vaccino anti-covid di Moderna Inc (NASDAQ:MRNA) per alcune persone, al fine di aumentare la disponibilità del farmaco.

L’indice PMI manifatturiero degli Stati Uniti per il mese di dicembre verrà pubblicato alle ore 9:45 ET, mentre i dati sulla spesa edilizia di novembre saranno resi noti alle 10:00 ET. Il presidente della Federal Reserve di Chicago, Charles Evans, e quello della Federal Reserve di Atlanta, Raphael Bostic, interverranno alle 10:00 ET; la presidente della Federal Reserve di Cleveland, Loretta Mester, parlerà alle 12:15 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno guadagnato 173 punti, attestandosi a 30.670, mentre quelli sull’S&P 500 sono in aumento di 22,75 punti, a quota 3.771,50. I futures sul Nasdaq sono in rialzo di 65,75 punti, a 12.951,25.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 20.639.210 contagi e circa 351.580 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 10.340.460 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 7.733.740 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dell’1,1% a 52,37 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,6% a 48,81 dollari al barile.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i listini del Vecchio Continente sono in verde: l’indice spagnolo Ibex guadagna l’1,6%, lo STOXX Europe 600 sale dell’1,7%, l’indice francese CAC 40 è in aumento dell’1,8%, l’indice tedesco DAX 30 segna +1,3% e il FTSE 100 di Londra fa un balzo del 3,1%. A dicembre l’indice PMI manifatturiero britannico è salito a 57,5 contro una stima preliminare di 57,3, mentre il PMI manifatturiero della Germania, sempre a dicembre, è sceso a 58,3 rispetto a una lettura preliminare di 58,6; per lo stesso mese, l’indice PMI manifatturiero dell’Eurozona è stato rivisto al ribasso a 55,2 rispetto a una lettura iniziale di 55,5.

Anche i mercati asiatici perlopiù in rialzo oggi: l’indice giapponese Nikkei ha perso lo 0,68%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare +0,86%, l’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato lo 0,89% e l’indiano BSE Sensex ha registrato un incremento dello 0,7%; l’indice australiano S&P/ASX ha fatto un balzo dell’1,5%. A dicembre l’indice PMI manifatturiero del Giappone è aumentato a 50 contro un consenso di 49,7, mentre il PMI manifatturiero della Cina, sempre a dicembre, è sceso a 53, mancando la stima di consenso di mercato di 54,8. Il mese scorso il PMI manifatturiero dell’Australia è leggermente sceso a 55,7.

Raccomandazioni degli analisti

KeyBanc ha avviato la copertura su Airbnb Inc (NASDAQ:ABNB) con rating Sector Weight.

Nel pre-market le azioni di Airbnb sono aumentate dello 0,8% a 148 dollari.

Ultime notizie

  • Carl Icahn ha ceduto una parte considerevole della sua partecipazione in Herbalife Nutrition Ltd (NYSE:HLF), secondo quanto riportato dal Wall Street Journal.
  • Roku, Inc (NASDAQ:ROKU) è in trattative avanzate per acquisire i diritti sulla libreria di contenuti di Quibi, sempre secondo il Wall Street Journal.
  • Xpeng Inc – ADR (NYSE:XPEV) ha riportato un incremento del 112% su base annua nelle consegne di veicoli elettrici per il 2020.
  • MGM Resorts International (NYSE:MGM) ha aumentato la sua offerta per Entain Plc a 8,1 miliardi di sterline (11,1 miliardi di dollari).