Bitcoin, un’analisi del rapporto aspettative/attività

Ecco cosa ci rivela questo dato riguardo al recente rally della criptovaluta

Bitcoin, un’analisi del rapporto aspettative/attività
2' di lettura

Bitcoin (BTC) sarà anche stato sostenuto dalla sua recente corsa al rialzo, ma secondo un indicatore chiave le aspettative legate alla principale criptovaluta del mondo sono deludenti, come riportato martedì da Cointelegraph.

Cosa è successo: dal 2019 il prezzo di Bitcoin è al di sopra del suo rapporto aspettative/attività (Hype-To-Activity), una misura del volume di tweet rispetto al volume di contrattazioni dell’asset, secondo i dati di The Tie, un gruppo che si occupa di criptovaluta, ha osservato Cointelegraph.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Uno studio dell’agosto 2019 di The Tie ha indicato che il rapporto Hype-To-Activity medio nel settore è di 1,02.

Per gran parte del 2018, le aspettative per Bitcoin su Twitter avevano superato il suo prezzo; a maggio 2019 c’è stato un punto di incontro, ma poi l’hype su Twitter ha continuato a diminuire, rimanendo al di sotto del prezzo dalla seconda metà di maggio.

Durante l’ultimo picco di Bitcoin dell’8 gennaio, la criptovaluta avrebbe mantenuto un punteggio Hype-To-Activity di 1,24, un valore appena superiore ai livelli medi del settore.

Perché è importante: la copertura mediatica di Bitcoin a livello generale è cresciuta dopo ottobre, quando investitori istituzionali come MicroStrategy Incorporated (NASDAQ:MSTR) e Square Inc (NYSE:SQ) hanno annunciato investimenti nella criptovaluta, ha osservato Cointelegraph.

Guarda anche: MicroStrategy utilizzerà Bitcoin come riserva primaria

L’amministratore delegato di The Tie, Joshua Frank, ha riferito a Cointelegraph che dopo che a dicembre Bitcoin ha superato la soglia dei 20.000 dollari, il volume medio di tweet sulla criptovaluta era solo la metà dei massimi del 2017-2018.

“La mancanza di conversazioni su Twitter suggerisce che coloro che hanno acquistato inizialmente erano un piccolo numero di grandi investitori, piuttosto che un grande numero di piccoli investitori”, ha detto Frank.

La tendenza potrebbe cambiare negli ultimi tempi, dato che in prossimità della correzione più recente di Bitcoin è stato registrato un livello record di menzioni sulla criptovaluta.

Frank ha rivelato di aver scoperto che un “sentiment estremamente alto, in combinazione con un’attività su Twitter eccezionalmente elevata, tende ad essere un segnale negativo sul prezzo di Bitcoin nel breve e medio termine”.

“Il sentiment a lungo termine su Bitcoin è vicino al massimo storico”, secondo Frank; il sentiment a lungo termine è una misura di quanto siano state positive le conversazioni negli ultimi 50 giorni rispetto ai 200 giorni precedenti.

Movimento dei prezzi: al momento della pubblicazione, Bitcoin è in calo del 5% a 33.733,97 dollari; martedì il Grayscale Bitcoin Trust (OTC:GBTC) ha chiuso in rialzo del 4,06% a 38,92 dollari.