Boom dei pagamenti digitali: ecco su quali titoli puntare

1' di lettura

Credit Suisse analizza un settore in cui i Big Tech non hanno fretta di entrare ed esprime una preferenza per merchant acquirer e processor internazionali tra cui PayPal

l business dei pagamenti sfrutta i trend di crescita secolari, partendo dalla tendenza al distacco dal cash, ancora in corso, che si è tradotto in una forte crescita dei pagamenti digitali nell’ultimo decennio, come sottolinea un rapporto McKinsey del 2020. La crescita strutturale del mercato dei pagamenti è ben visibile presso le società di rete e per processor/merchant acquirer. A parte gli spostamenti di denaro, innovazioni come le carte NFC per uso in prossimità, la funzionalità peer-to-peer (P2P) e i pagamenti push supportano l’ecosistema.

UN TREND ACCELERATO DALL’E-COMMERCE

Samuel Traub, Equity Research Analyst – Banks / Insurance di Credit Suisse, sottolinea che anche il trend secolare dell’e-commerce è in forte crescita, spingendo le attività di pagamento digitale e creando nuove esigenze. Operatori storici e nuovi hanno sviluppato capacità nei pagamenti digitali remoti, con PayPal in testa nei pagamenti online. Anche sul fronte della clientela sono apparse soluzioni innovative come i portafogli digitali e le app di pagamento P2P, che rispecchiano la preferenza per la comodità e la rapidità, rese possibili dalla penetrazione degli smartphone

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.