Pre-market: futures USA in rialzo; focus su utili GM e Coca-Cola

Un’occhiata ai mercati; si attendono anche gli utili trimestrali di General Motors, Bunge e Uber

Sedute USA

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi sono in territorio positivo dopo aver chiuso in leggero ribasso la sessione precedente. Oggi il prezzo di Bitcoin è in ribasso dopo aver toccato massimi record nella giornata di martedì. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili di General Motors Company (NYSE:GM), Bunge Ltd (NYSE:BG), Coca-Cola Co (NYSE:KO) e Uber Technologies Inc (NYSE:UBER).

L’indice dei prezzi al consumo per gennaio sarà pubblicato alle ore 8:30 ET, mentre i dati sulle scorte all’ingrosso di dicembre verranno diffusi alle 10:00 ET. Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, parlerà alle 14:00 ET; anche il rendiconto di bilancio del Dipartimento del Tesoro per gennaio verrà diffuso alle 14:00 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno guadagnato 85 punti, attestandosi a 31.363, mentre quelli sull’S&P 500 sono in aumento di 12,50 punti, a quota 3.918; i futures sul Nasdaq sono in rialzo di 59,75 punti, a 13.740.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 27.192.910 contagi e circa 468.200 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 10.858.370 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 9.599.560 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,7% a 61,54 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,6% a 58,70 dollari al barile. Lo scorso martedì l’American Petroleum Institute ha riportato un calo di 3,5 milioni di barili nelle scorte di greggio. Il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti verrà diffuso alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi gli indici europei sono contrastati: l’indice spagnolo Ibex scende dello 0,5%, lo STOXX Europe 600 guadagna lo 0,1%, l’indice francese CAC 40 perde lo 0,1%, l’indice tedesco DAX 30 segna -0,2% e il FTSE 100 di Londra è in aumento dello 0,2%. A dicembre la produzione industriale in Francia è scesa dello 0,8% contro un calo rivisto dello 0,7% a novembre. Il tasso di inflazione annuale della Germania è stato confermato all’1% per gennaio.

I listini asiatici sono quasi tutti in verde: l’indice giapponese Nikkei è salito dello 0,19%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare +1,43%, l’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato l’1,91% e l’indiano BSE Sensex è arretrato dello 0,04%; l’indice australiano S&P/ASX 200 ha avuto un aumento dello 0,5%. A gennaio i prezzi alla produzione della Cina sono saliti dello 0,3% su base annua, mentre l’indice dei prezzi al consumo ha avuto una flessione dello 0,3% su base annua; sempre nel mese di gennaio, i prezzi alla produzione in Giappone sono diminuiti dell’1,6% su base annua.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Piper Sandler hanno alzato il rating di Hain Celestial Group, Inc. (NASDAQ:HAIN) da Neutral a Overweight e hanno aumentato il target price da 42 a 50 dollari.

Martedì le azioni di Hain Celestial hanno guadagnato il 2% chiudendo a 42,34 dollari.

Ultime notizie

  • Twitter Inc (NYSE:TWTR) ha riportato utili e vendite superiori alle attese per il quarto trimestre; nel periodo considerato, gli utenti giornalieri attivi sono aumentati del 24% su base annua.
  • Eli Lilly and Co (NYSE:LLY) ha affermato che i suoi trattamenti anticorpali hanno ricevuto l’autorizzazione all’uso di emergenza dalla Food and Drug Administration.
  • Cisco Systems, Inc. (NASDAQ:CSCO) ha riportato risultati ottimistici per il secondo trimestre; la società ha dichiarato di prevedere per il terzo trimestre utili rettificati di 0,80-0,82 dollari per azione e una crescita delle vendite su base annua del 3,5%-5,5%.
  • Rivian Automotive Inc, azienda sostenuta da Amazon.com, Inc (NASDAQ:AMZN), potrebbe quotarsi in Borsa già a settembre, secondo quanto riportato da Bloomberg.

Nessun Articolo da visualizzare