GAM: la curva dei tassi Usa non preoccupa per ora i mercati

1' di lettura

I tassi reali sono rimasti comunque in territorio negativo per la risalita dell’inflazione. Ma un rialzo più accentuato dei rendimenti potrebbe rendere meno appetibili gli investimenti in azioni

Cresce la preoccupazione di un possibile surriscaldamento dell’economia americana legata al pacchetto di stimoli da 1.900 miliardi di dollari del neo presidente Biden, ma il mercato obbligazionario non sembra al momento riflettere queste preoccupazioni. Larry Summers, segretario al Tesoro di Clinton, e Olivier Blanchard, ex capo economista del Fondo mone­tario internazionale, hanno lanciato un monito sulle possibili conseguenze del piano Biden, che potrebbe causare un aumento elevato dei tassi di interesse con conseguenze negative sul dollaro e sulla stabilità finanziaria.

RIALZO DEI RENDIMENTI DEL TREASURY

Lo rileva Massimo De Palma, Responsabile team Multi Asset Italia di GAM SGR, in un commento sul rischio di surriscaldamento dell’economia Usa legato agli stimoli del piano Biden e alle reazioni dei mercati azionario e obbligazionario. De Palma ricorda che dai minimi di agosto il Treasury decennale ha segnato un progressivo rialzo dei rendimenti fino a toccare l’1,17%, costruendo un canale ascendente con obiettivo di breve termine a 1,25%. La risalita è dovuta all’aumento dell’inflazione attesa, che dall’1,5% di fine luglio è arrivato a toccare il 2,2%, livello più alto da ottobre 2018…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.