Titoli bancari italiani ancora a sconto fino al 25%: per gli analisti sono un’occasione

1' di lettura

Lemanik vede opportunità da cogliere a Piazza Affari sui titoli bancari e assicurativi, scambiati a prezzi molto inferiori rispetto ai competitor europei. Perplessità, invece, sulle utilities regolamentate

Il mercato italiano tratta con uno sconto del 10-15% rispetto al resto d’Europa e nel caso dei titoli finanziari e assicurativi questo gap arriva al 25%, per questo motivo, soprattutto questi ultimi, rappresentano un’occasione da cogliere. Ad affermarlo è Andrea Scauri, gestore azionario Italia di Lemanik, che analizza l’andamento di Piazza Affari.

VOLATILITÀ IN CALO

La volatilità sul comparto finanziario è in diminuzione e c’è la prospettiva concreta che assicurazioni e banche possano tornare a pagare dividendi nella seconda metà dell’anno quindi, spiega Scauri, “è il momento di tornare sui titoli del settore”. L’approccio più soft dei regolatori rispetto al 2020 fa pensare a un effetto positivo sui multipli sottostanti i titoli finanziari e sugli utili. “Soprattutto nel caso italiano – commenta il gestore di Lemanik – questo potrebbe essere un elemento molto forte per il 2021, grazie anche alla nomina a premier di Mario Draghi che potrebbe essere un forte catalizzatore per i flussi esteri, riportando il mercato italiano all’interno delle asset allocation dei grandi fondi di investimento”…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.