Facebook, 20% del personale su progetti AR/VR

Il colosso social di Menlo Park non lesina sforzi per progredire nel comparto della realtà aumentata e virtuale

Facebook, 20% del personale su progetti AR/VR
2' di lettura

Quasi 10.000 dipendenti di Facebook Inc. (NASDAQ:FB) stanno lavorando allo sviluppo di dispositivi di realtà aumentata (AR) e virtuale (VR), secondo un report di The Information (tramite The Verge).

Cosa è successo: i dati sull’organico indicano che quasi un quinto della forza lavoro globale di Facebook lavora presso la divisione Reality Labs dell’azienda, secondo il report, che cita dati organizzativi interni.

Un report di UploadVR risalente al 2017 aveva osservato che all’epoca la divisione Oculus VR di Facebook impiegava circa 1.000 persone, quando l’organico totale del colosso dei social media era di 18.770 dipendenti; dunque le cifre indicano che in quel periodo era impegnato nella divisione VR poco più del 5% della forza lavoro totale di Facebook.

Focus intensificato: il report di The Information mostra quanto Facebook abbia intensificato la sua attenzione sul segmento AR/VR negli ultimi quattro anni.

La compagnia sta inoltre cercando di ridurre la sua dipendenza da Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) e Google – consociata di Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL) – creatori dei due sistemi operativi dominanti per mobile, per costruire il proprio hardware di consumo.

In un podcast ospitato da The Information all’inizio di questa settimana, l’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, ha lanciato diverse frecciatine velate ad Apple, con le quali è sembrato criticare il prezzo previsto del prossimo visore per realtà mista del produttore di iPhone nonché la tecnologia pass-through di cui potrebbe servirsi; il visore di Apple per realtà aumentata e virtuale potrebbe essere lanciato il prossimo anno.

Visore VR ‘Oculus Quest 2’: nel settembre dello scorso anno Facebook ha lanciato il suo visore VR wireless, l’Oculus Quest 2; il visore, venduto al costo di 299 dollari, ha un prezzo di 100 dollari in meno rispetto alla versione precedente.

A gennaio Brian Nowak, analista di Morgan Stanley, ha osservato che i 400 milioni di dollari di “altre entrate” riportati da Facebook negli utili del quarto trimestre hanno mostrato “i primi segnali di un successo nascente” nel quadro delle iniziative intraprese dalla società nel segmento della realtà virtuale.

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni FB hanno chiuso in aumento di quasi il 3,4% a 273,88 dollari.

Leggi anche: Facebook e l’impatto delle modifiche alla privacy di Apple