Ecco perché le Borse sono salite nonostante il Covid

1' di lettura

Wall Street continua a correre, aggiornando i record sui principali listini. E anche le Borse europee hanno ripreso la via del rialzo, recuperando dai crolli dello scorso anno

Martedì Wall Street ha aggiornato i record, con i tre principali indici che hanno chiuso in rialzo. Dow Jones e S&P 500 hanno fatto un ulteriore balzo in avanti, spinti dall’ottimismo per la campagna di vaccinazione che, almeno in America, prosegue spedita ma anche per il piano di aiuti da 1.900 miliardi di dollari formato dal presidente Biden. Le preoccupazioni ora sono per un aumento dell’inflazione, pare che il Covid non spaventi più gli investitori. Le Borse globali hanno già recuperato dai crolli dello scorso anno.

IL RECUPERO DAI MINIMI

Lo scoppio della pandemia di Covid-19 ha fatto aumentare decisamente la volatilità sui mercati. A marzo 2020, praticamente un anno fa, le Borse sono sprofondate ai minimi. Oggi l’economia comincia a dare segni di ripresa, seppure resti ancora fortemente limitata dalle restrizioni imposte dai governi per fronteggiare la terza ondata di Covid. Ma i mercati guardano oltre e, per certi versi, sembrano già aver superato la crisi sanitaria. Qualche numero per rendere l’idea: dal crollo dello scorso marzo, a Wall Street l’indice S&P 500 ha fatto registrare un aumento del 75%, mentre il Nasdaq, il listino dei titoli tecnologici, è arrivato a sfiorare il +100%. Indispensabili per questa risalite sono stati gli interventi in ambito monetario delle Banche centrali, supportati dall’espansione fiscale dei governi…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.