Pre-market: futures USA piatti, attesa per decisioni Fed

Un’occhiata ai mercati; si attendono gli utili trimestrali di Cintas, Williams-Sonoma e Lands’ End

Sedute USA

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultano per lo più invariati dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones ha perso oltre 100 punti. Oggi il Federal Open Market Committee annuncerà le sue decisioni in materia di politica monetaria Gli investitori sono in attesa dei resoconti degli utili di Cintas Corporation (NASDAQ:CTAS), Williams-Sonoma, Inc. (NYSE:WSM) e Lands’ End, Inc. (NASDAQ:LE).

I dati sulle costruzioni di nuove abitazioni e sulle concessioni edilizie negli Stati Uniti per il mese di febbraio saranno diffusi alle ore 8:30 ET. La Federal Reserve annuncerà le nuove decisioni alle 14:00 ET; il presidente Jerome Powell terrà una conferenza stampa alle 14:30 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno guadagnato 1 punto, attestandosi a 32.836, mentre quelli sull’S&P 500 hanno registrato una diminuzione di 1 punto a quota 3.961,50; i futures sul Nasdaq hanno segnato un ribasso di 16,50 punti, a 13.135.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 29.549.010 contagi e circa 536.910 vittime; intanto il Brasile ha confermato oltre 11.603.530 casi di COVID-19, mentre l’India ha registrato un totale di almeno 11.438.730 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,4% a 68,64 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,5% a 65,10 dollari al barile. Martedì sera l’American Petroleum Institute ha riportato un calo di 1 milione di barili nelle scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti per la settimana terminata il 12 marzo; il report settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio del Paese verrà diffuso alle 8:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono per lo più in territorio negativo: l’indice spagnolo Ibex scende dello 0,4%, mentre lo STOXX Europe 600 perde lo 0,2%; l’indice francese CAC 40, il tedesco DAX 30 e il FTSE 100 di Londra fanno segnare tutti e tre -0,1%. A febbraio la domanda di nuove autovetture nell’Unione Europea ha registrato una flessione del 19,3% su base annua a 771.486 unità.

I listini asiatici sono per lo più in ribasso: l’indice giapponese Nikkei ha perso lo 0,02%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare -0,03%, l’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato lo 0,02% e l’indiano BSE Sensex ha ceduto lo 0,6%; l’indice australiano S&P/ASX 200 ha avuto una flessione dello 0,5%. A febbraio l’indice australiano dei principali indicatori economici del Westpac-Melbourne Institute è salito dello 0,02%; nello stesso mese, il surplus commerciale del Giappone si è ridotto a 217,4 miliardi di yen contro 1.106,6 miliardi registrati a febbraio dell’anno precedente.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Deutsche Bank hanno alzato il rating di Alcoa Corporation (NYSE:AA) da Hold a Buy e hanno annunciato un target price di 36 dollari.

In pre-market le azioni Alcoa hanno avuto una crescita dell’1,6% a 30 dollari.

Ultime notizie

  • Martedì Lennar Corporation (NYSE:LEN) ha registrato risultati del primo trimestre migliori del previsto.
  • Il popolare browser Internet di Alibaba Group Holding Limited (NYSE:BABA) è stato rimosso dagli app store di diverse società Internet in Cina, secondo quanto riportato dal Financial Times.
  • Coupa Software Inc (NASDAQ:COUP) ha riportato risultati ottimali per il quarto trimestre e ha emesso una solida guidance sulle vendite.
  • La recente decisione di Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ed Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOGL) di ridurre le tariffe degli app store per i piccoli sviluppatori non avrà alcun impatto significativamente negativo sui ricavi dei colossi tech, secondo le ultime stime della società di analisi delle app Sensor Tower.

Nessun Articolo da visualizzare