Apple, analista: AirTag è un’ opportunità da $10mld

Sono finalmente ufficiali i nuovi dispositivi di tracciamento del colosso di Cupertino

Apple, analista: AirTag è un’ opportunità da mld

Martedì Apple Inc (NASDAQ:AAPL) ha presentato i suoi tracker Bluetooth denominati ‘AirTags’ in occasione dell’evento virtuale ‘Spring Loaded’; il prodotto rappresenta un’opportunità da 10 miliardi di dollari per Apple, secondo gli esperti di Raymond James & Associates.

Cosa dicono gli analisti su Apple: l’analista di Raymond James Chris Caso ha un rating Outperform (2) sul colosso tech di Cupertino, con un target price di 160 dollari.

La tesi su Apple: Caso ha affermato che gli AirTag sono simili agli AirPod in termini di crescita potenziale per l’azienda di Tim Cook, in quanto rafforzerebbero il suo ecosistema e incoraggerebbero gli aggiornamenti.

“Riteniamo che questa categoria di prodotti susciterà un interesse molto ampio (chi non pagherebbe 30 dollari per non perdere il proprio portafoglio?), e di conseguenza potrebbe crescere fino a diventare un’opportunità da 10 miliardi di dollari”, ha scritto Caso in una nota martedì.

Secondo le stime dell’esperto di Raymond James, gli AirPod vendono a un volume annuale di quasi 70-80 milioni di unità.

“A 30 dollari per AirTag (o 99 dollari per 4), se gli AirTag dovessero vendere a un volume unitario simile a quello degli AirPod, i ricavi annuali degli AirTag sarebbero di 2 – 2,5 miliardi di dollari”, afferma Caso.

Secondo quanto ipotizzato dall’analista, è plausibile che gli AirTag vendano a un volume unitario molto più elevato rispetto a quello degli AirPod, visto che gli utenti potrebbero acquistare diverse unità per attaccarle a oggetti quali portafogli e chiavi.

“Non saremmo sorpresi di vedere gli AirTag crescere nel corso del tempo fino a diventare un business da 10 miliardi di dollari, avvicinando il prodotto agli AirPod in termini di impatto sui ricavi”.

Il tracciamento di precisione con AirTag è disponibile solo per gli utenti di iPhone 11 e versioni successive, il che costituisce un incentivo per gli utenti a effettuare l’upgrade del telefono, secondo Caso.

Questo mese Apple ha fatto sapere che consentirà a società terze di utilizzare la sua rete di tracciamento “Dov’è”, il che significa che i prodotti di terze parti ora potranno essere tracciati utilizzando i dispositivi realizzati dalla società di Tim Cook.

Movimento dei prezzi di AAPL: al momento della pubblicazione, le azioni Apple hanno chiuso in ribasso di quasi l’1,3% a 133,11 dollari e nell’after-market sono poi arretrate ulteriormente dello 0,61%.

Foto per gentile concessione di Apple

Nessun Articolo da visualizzare