Apple non ha intenzione di unire iPad e Mac

La società terrà separati i due prodotti; l’aggiunta del chip M1 nei nuovi iPad ha dato adito a queste teorie, che Cupertino invita a non ascoltare

Apple non ha intenzione di unire iPad e Mac

Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ha ribadito di non aver intenzione di unire l’iPad e il Mac in tempi brevi, nonostante l’inclusione del chip di produzione propria M1 nei modelli più recenti di iPad Pro.

Cosa è successo: Greg Joswiak, responsabile del marketing di Apple, e John Ternus, direttore dell’attività hardware, nel corso di un’intervista a The Independent hanno dichiarato che Apple non ha intenzione di unire le due linee di prodotti.

I dirigenti Apple hanno invece affermato che l’aggiunta del chip incentrato su Mac nei nuovi modelli di iPad Pro fa parte dell’obiettivo costante dell’azienda di Cupertino di rendere ogni prodotto il migliore nelle rispettive categorie.

Apple prevede di continuare a migliorare entrambi i prodotti e suggerisce di non “farsi coinvolgere” dalle teorie sulla fusione dei due prodotti, ha detto Ternus, secondo quanto riportato da The Independent.

Perché è importante: martedì Apple ha presentato i modelli aggiornati di iPad Pro da 11 e da 12,9 pollici, con poche modifiche esterne ma dotati del chip Mac proprietario M1; il colosso tech, inoltre, ha introdotto un iMac da 24 pollici alimentato dal chip M1.

I nuovi tablet utilizzano lo stesso chip dei computer più recenti di Apple, inducendo speculazioni sul fatto che in futuro l’iPad e il Mac potrebbero venir fusi. L’iPad Pro da 12,9 pollici è dotato di un display Liquid Retina XDR, offre una configurazione da 2 terabyte e ha anche una porta Thunderbolt in grado di supportare USB-4, proprio come nei Mac più recenti.

Apple continua a concentrarsi sull’autosufficienza in termini di componenti per dispositivi e ad abbandonare l’utilizzo dei chip prodotti da Intel Corporation (NASDAQ:INTC); l’anno scorso Apple ha lanciato MacBook Air, MacBook Pro e Mac Mini con chip M1.

Apple ha anche aggiornato la linea di iPad in conseguenza della robusta domanda di tablet, dato che continua il lavoro e lo studio da casa per via della pandemia; nel primo trimestre il colosso tech ha registrato vendite di iPad per 8,44 miliardi di dollari, in aumento del 41% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Movimento dei prezzi: giovedì le azioni Apple hanno chiuso in calo dell’1,2% a 131,94 dollari.

Nessun Articolo da visualizzare