Jonix debutta forte a Piazza Affari: +15% per l’azienda della sanitizzazione dell’aria

Esordio boom per Jonix all’esordio su Aim Italia, il listino dedicato alle Pmi ad alto potenziale di crescita. Con la quotazione, l’azienda intende ampliare l’uso in più settori della tecnologia Ntp

Nel suo primo giorno di contrattazioni Jonix guadagna il 15% con le azioni scambiate a 4,6 euro l’una. In fase di collocamento Jonix S.p.A. ha raccolto 6,2 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 23,58% e la capitalizzazione è pari a 26,2 milioni di euro. Mauro Mantovan e Antonio Cecchi, soci fondatori di Jonix, spiegano che l’obiettivo della quotazione è quello di “affermare la tecnologia italiana del Non-Thermal Plasma nel settore della sanitizzazione dell’aria indoor, che evidenzia per i prossimi anni elevate potenzialità di crescita: se nel corso del 2020 la domanda è stata prevalentemente generata dalla gestione dell’emergenza, i driver per il futuro sono da rintracciare nella consapevolezza della necessità di prevenzione“.

SVILUPPO E RICERCA

Jonix è un’azienda italiana con sede nel padovano che progetta, produce e distribuisce soluzioni 100% Made in Italy per la sanitizzazione dell’aria indoor basati sulla tecnologia Ntp (Non Thermal Plasma). Si tratta di una attività biocida e di neutralizzazione delle sostanze inquinanti, batteri, muffe, virus e odori che senza l’uso di componenti chimiche, e senza generare sostanze residue – secondo quanto si apprende dal sito della società – permette una sanificazione completa e una corretta ionizzazione dell’aria. Il progetto di Jonix è anche quello di “fungere da competence center per la clientela corporate – spiegano i vertici dell’azienda – mettendo a disposizione, oltre all’ampia gamma di prodotti, l’asset immateriale del JonixLAB, il laboratorio proprietario tecnico-scientifico in cui deteniamo competenze importanti con le quali attiviamo relazioni di lungo periodo, analizzando le specifiche esigenze e ingegnerizzando soluzioni ad hoc”..

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.