Dirigente Goldman Sachs avrebbe fatto fortuna con Dogecoin

Da un report di eFinancialCareers emerge che Aziz McMahon avrebbe lasciato il suo lavoro presso l’istituto di credito statunitense

Dirigente Goldman Sachs avrebbe fatto fortuna con Dogecoin
1' di lettura

Secondo quanto riferito, un direttore generale di Goldman Sachs (NYSE:GS) avrebbe lasciato la propria posizione lavorativa dopo aver guadagnato una notevole quantità di denaro con Dogecoin (CRYPTO:DOGE).

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo: secondo un recente report di eFinancialCareers, Aziz McMahon, direttore generale e responsabile delle vendite per i mercati emergenti presso l’ufficio di Goldman Sachs a Londra, si sarebbe dimesso dopo aver guadagnato diversi milioni di dollari facendo trading con Dogecoin.

La testata ammette che il rumor non è stato confermato né da Goldman Sachs né da McMahon, ma i colleghi del direttore avrebbero presumibilmente confermato le dimissioni.

Nel frattempo: secondo i dati di CoinMarketCap, il prezzo di Dogecoin è aumentato di oltre 147 volte da gennaio, raggiungendo il suo massimo record di 0,7159 dollari l’8 maggio, prima di subire una correzione di oltre il 28% fino a raggiungere il suo attuale prezzo di 0,5077 dollari.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Leggi anche: Goldman Sachs, investimento da $15mln in Coin Metrics

Al suo massimo, la capitalizzazione di mercato della moneta ha raggiunto i 92,7 miliardi di dollari, superando quella del produttore di chip Advanced Micro Devices, Inc. (NASDAQ:AMD), della società di home-sharing Airbnb Inc (NASDAQ:ABNB) o del colosso petrolchimico BP plc (NYSE:BP).

Dalla fine di aprile la moneta ha mantenuto una market cap superiore a quella di Ford Motor (NYSE:F) e Kraft Heinz (NASDAQ:KHC).