Pre-market: futures USA in rosso, focus su dati inflazione

Un’occhiata ai mercati; si attendono le trimestrali di Wendys, Amdocs e ContextLogic

Sedute USA
4' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in calo dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones ha ceduto oltre 470 punti. L’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti per aprile sarà pubblicato alle ore 8:30 ET; nel periodo considerato, gli analisti prevedono che i prezzi al consumo siano cresciuti dello 0,2% mensile dopo un aumento dello 0,6% nel mese precedente. Gli investitori sono in attesa dei risultati sugli utili di Wendys Co (NASDAQ:WEN), Amdocs Limited (NASDAQ:DOX) e ContextLogic Inc (NASDAQ:WISH).

La relazione sul bilancio del Dipartimento del Tesoro USA per il mese di aprile verrà pubblicata alle 14:00 ET. Il Vicepresidente della Federal Reserve, Richard Clarida, prenderà la parola alle 9:00 ET; il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Raphael Bostic, interverrà alle 13:00 ET; il presidente della Federal Reserve di Filadelfia, Patrick Harker, parlerà alle 13:30 ET.

I futures sull’indice Dow Jones perdevano 132 punti, attestandosi a 34.051, quelli sull’S&P 500 erano in calo di 16,25 punti a quota 4.130 e i futures sul Nasdaq 100 perdevano 83 punti, a 13.263.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 32.779.150 contagi e circa 582.840 vittime; intanto l’India ha registrato un totale di almeno 23.340.930 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha confermato oltre 15.282.700 casi.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,7% a 69,01 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,8% a 65,77 dollari al barile. Martedì sera l’American Petroleum Institute ha comunicato che nella settimana terminata il 7 maggio le scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti sono diminuite di 2,533 milioni di barili. Il report settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio negli USA verrà diffuso alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei hanno aperto in leggero rialzo: l’indice spagnolo Ibex saliva dello 0,1%, lo STOXX Europe 600 guadagnava lo 0,3%, l’indice francese CAC 40 mostrava un incremento dello 0,1%, il FTSE 100 di Londra saliva dello 0,6% e l’indice tedesco DAX 30 faceva segnare +0,1%. A marzo la produzione manifatturiera nel Regno Unito è aumentata del 4,8% su base annua e la produzione industriale è cresciuta dell’1,8% su base mensile; durante il primo trimestre il prodotto interno lordo del Regno Unito si è contratto del 6,1% su base annua, mentre a marzo il deficit commerciale del Paese si è ampliato a 2 miliardi di sterline dal dato rivisto di 0,9 miliardi del mese precedente. Ad aprile il tasso di inflazione annuale della Francia è salito all’1,2% (il massimo da 14 mesi), rispetto all’1,1% di marzo.

I listini asiatici hanno terminato le contrattazioni per lo più in rosso: l’indice giapponese Nikkei ha perso l’1,61%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare +0,61%, l’Hang Seng di Hong Kong ha avuto un incremento dello 0,78%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha ceduto lo 0,7% e l’indiano BSE Sensex ha registrato una flessione dell’1%. A marzo l’indice dei principali indicatori economici del Giappone è salito a 103,2 da una lettura finale di 98,7 nel mese precedente, mentre l’indice degli indicatori economici coincidenti del Paese è salito da 89,9 a 93,1. A marzo le concessioni edilizie in Australia sono aumentate del 17,4% su base mensile a 23.176 unità.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di KeyBanc hanno mantenuto sul titolo EOG Resources, Inc (NYSE:EOG) la valutazione Overweight e hanno incrementato il target price da 85 a 87 dollari.

In pre-market le azioni EOG hanno avuto un rialzo dell’1,1% a 83,08 dollari.

Ultime notizie

  • Electronic Arts Inc. (NASDAQ:EA) ha riportato risultati positivi per il quarto trimestre; l’azienda, inoltre, ha rivelato di prevedere utili per l’anno fiscale 2022 di 1,34 dollari per azione e ricavi netti di 6,8 miliardi.
  • Jeff Bezos, amministratore delegato di Amazon.com Inc. (NASDAQ:AMZN), ha venduto circa 1,7 miliardi di dollari di azioni del colosso dell’e-commerce; si tratta della sua terza vendita di azioni in questo mese.
  • Intuit Inc. (NASDAQ:INTU) ha abbassato la guidance per il terzo trimestre; secondo quanto dichiarato, comunque, la società prevede di superare la fascia alta della guidance per l’anno fiscale 2021.
  • Upstart Holdings, Inc. (NASDAQ:UPST) ha riportato risultati del primo trimestre migliori del previsto e ha migliorato la guidance sulle vendite per l’anno fiscale 2021.