Disney, ecco perché Morgan Stanley alza il target price

Benjamin Swinburne, analista dell’istituto di credito statunitense, ha spiegato la decisione durante un programma della CNBC

Disney, ecco perché Morgan Stanley alza il target price
2' di lettura

Benjamin Swinburne, analista di Morgan Stanley, mercoledì ha partecipato al programma ‘The Exchange’ della CNBC per discutere dell’aumento di target price che ha emesso per The Walt Disney Co (NYSE:DIS) in vista della pubblicazione degli utili.

Cosa è successo: mercoledì l’analista di Morgan Stanley ha mantenuto sul titolo Disney la valutazione Overweight e ha alzato il prezzo obiettivo da 200 a 210 dollari.

Il movimento dei prezzi di Disney è stato “silenzioso come un topolino”, il che potrebbe presentare una buona opportunità in vista degli utili, ha detto l’analista in una nota.

Giovedì, dopo la chiusura dei mercati, Disney pubblicherà gli utili trimestrali; le stime di consenso indicano un utile di 0,28 dollari per azione su un fatturato di 16,1 miliardi.

Nessun altro titolo beneficia di un ciclo di contenuti come Disney, ha spiegato Swinburne alla CNBC.

Sebbene il mercato sia concentrato sui parchi, secondo Swinburne il versante contenuti del business sarà un “potente” catalizzatore per il titolo nei prossimi 18-24 mesi.

Il lato creativo e dei contenuti dell’attività sono in ottime mani, ha detto l’esperto, riferendosi al gruppo dirigente della Disney.

Disney ha istituito un team dirigenziale e ha dimostrato di poter gestire un’attività di streaming, ma il successo della piattaforma di streaming dipenderà dai contenuti che è in grado di fornire, ha affermato Swinburne.

Secondo quanto affermato alla CNBC, l’analista prevede che la società incrementerà i suoi utili per azione a 8-10 dollari entro il 2024, sostenuti dall’intensificarsi della strategia direct-to-consumer, dalla riapertura dei parchi e da una minore pressione sul “fronte dei costi per lo sport”.

Movimento dei prezzi: nelle ultime 52 settimane Disney ha scambiato fra un minimo di 99,66 dollari e un massimo di 203,02 dollari; mercoledì il titolo ha chiuso in ribasso del 2,1% a 177,85 dollari.

Foto per gentile concessione di Disney

Nessun Articolo da visualizzare