Cofondatore Ethereum ritiene “impossibile” lo scaling di DOGE

Secondo Vitalik Buterin, il sogno di Elon Musk di ingrandire le capacità della blockchain legata alla criptovaluta meme potrebbe incontrare problemi tecnici

Cofondatore Ethereum ritiene “impossibile” lo scaling di DOGE
2' di lettura

Domenica il co-creatore di Ethereum (ETH) Vitalik Buterin è intervenuto con un post sul suo blog, spiegando perché la visione del CEO di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) per Dogecoin (DOGE) potrebbe incontrare ostacoli tecnici.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo: Buterin ha affermato che sussistono “fattori tecnici piuttosto sottili” ma “importanti” che limitano lo scaling della blockchain.

Il co-creatore di Ethereum ha fatto riferimento a un tweet di Musk che ipotizzava l’emergere di DOGE come criptovaluta leader qualora implementasse determinati cambiamenti.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Buterin ha spiegato perché è difficile realizzare i “desideri di Musk senza portare a una centralizzazione estrema e compromettere le proprietà fondamentali che fanno di una blockchain quello che è”.

Il programmatore di origini russe ha sottolineato che è importante “per la decentralizzazione della blockchain che gli utenti regolari siano in grado di eseguire un nodo”.

Perché è importante: Buterin ha accennato al decentramento come mezzo per ridurre i rischi per la sicurezza e gli errori di rete.

“Non sappiamo quale sia la soglia esatta alla quale entra in gioco l’immunità di gregge contro gli attacchi coordinati, ma c’è una cosa che è assolutamente chiara: più nodi buoni, meno nodi cattivi e sicuramente ce ne servono di più di qualche dozzina o di poche centinaia”, ha scritto il co-creatore di Ethereum.

Buterin ha osservato che, sebbene le blockchain partizionate “possono scalare molto di più perché nessun singolo nodo in una blockchain partizionata deve elaborare ogni transazione”, anche in questo caso ci sono ostacoli alla capacità.

Per quanto riguarda Ethereum, il suo co-fondatore ha sottolineato che la rete potrebbe elaborare oltre un milione di transazioni al secondo con lo sharding.

“Ma ci vorrà del lavoro per farlo senza sacrificare la decentralizzazione che rende le blockchain così preziose”, ha scritto Buterin.

Charles Hoskinson, un altro co-creatore di Ethereum nonché fondatore di Cardano (ADA), la scorsa settimana ha fornito consigli a Musk su come creare un Dogecoin migliore.

Movimento dei prezzi: al momento della pubblicazione, ETH era in calo del 3,1% a 2.145,86 dollari e DOGE stava cedendo l’8,42% a 0,31 dollari; nelle ultime 24 ore Bitcoin (BTC) ha perso il 3,47% a 35.448,30 dollari.

Leggi il prossimo: Cofondatore Ethereum: le criptovalute sono in “bolla”