Lagarde: “È presto per chiudere il Pepp”

1' di lettura

L’inflazione attesa a +1,9%, tornerà a scendere agli inizi del 2022, “con il raffreddamento della corsa dei prezzi dell’energia”. Attesa accelerazione dell’economia nella seconda metà 2021

Tutto confermato, tutto come da attese. La Banca centrale europea lascia i tassi invariati. “Restiamo pronti ad adeguare tutti i nostri strumenti, ove opportuno, per assicurare che l’inflazione si avvicini stabilmente al livello perseguito, in linea con il nostro impegno alla simmetria”. Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in conferenza stampa a Francoforte.

“SEGUIREMO ANDAMENTO DEL TASSO”

“Continueremo a seguire l’andamento del tasso di cambio in relazione alle sue possibili implicazioni per le prospettive di inflazione a medio termine”, ha aggiunto la Lagarde. Preservare le condizioni di finanziamento favorevoli nel periodo della pandemia “resta essenziale per ridurre l’incertezza e rafforzare la fiducia, sostenendo così l’attività economica e salvaguardando la stabilità dei prezzi nel medio termine”…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.

Nessun Articolo da visualizzare