Ecco i Paesi maggiormente favoriti dal boom di Bitcoin

La corsa rialzista fatta registrare dalla cripto fra ottobre 2020 e aprile 2021 ha fruttato maggiori profitti agli investitori di determinate nazioni

Ecco i Paesi maggiormente favoriti dal boom di Bitcoin
2' di lettura

Cosa è successo Dopo il massiccio boom di Bitcoin fra ottobre 2020 e aprile 2021, alcuni investitori al dettaglio in tutto il mondo hanno realizzato profitti tali da cambiare la loro vita.

Secondo i dati della società di analisi blockchain Chainalysis, comunque, alcuni Paesi hanno beneficiato molto più di altri.

Gli investitori statunitensi hanno realizzato guadagni complessivi in Bitcoin per oltre 4 miliardi di dollari, più di tre volte rispetto al secondo Paese in lista, la Cina, i cui investitori hanno guadagnato oltre 1,1 miliardi di dollari.

Il Giappone e il Regno Unito sono i nomi a seguire nella lista, con gli investitori di questi due Paesi che hanno guadagnato, rispettivamente, 900 e 800 milioni di dollari.

Perché è importante “A un esame più attento, quel che spicca maggiormente è il numero di Paesi che sembrano essersi spinti molto in là in quanto a investimenti in Bitcoin rispetto alle loro posizioni in classifica negli indicatori economici tradizionali”, ha affermato Chainalysis nel suo blog.

“Nel 2020 il Vietnam si è classificato al 13° posto in termini di guadagni sugli investimenti in Bitcoin a quota 351 milioni di dollari, superando i Paesi che si classificano più in alto in base ai parametri economici tradizionali come Australia, Arabia Saudita e Belgio”.

Chainalysis, inoltre, ha nominato la Repubblica Ceca, la Turchia e la Spagna nell’elenco dei Paesi che hanno registrato guadagni in Bitcoin significativamente più alti del previsto rispetto al loro PIL.

Ad esempio, la Repubblica Ceca è al 54° posto al mondo come PIL (251 miliardi di dollari), ma risulta al 18° posto per guadagni realizzati sugli investimenti in Bitcoin (281 milioni di dollari).

Secondo Chainalysis, la pendenza nella curva dei guadagni realizzati negli Stati Uniti durante questo periodo suggerisce che gli investitori USA hanno venduto a prezzi più elevati mentre quelli di altri Stati hanno detenuto i loro investimenti per più tempo.

Si ritiene che la maggior parte di questi guadagni provenga dall’attività su Coinbase Global Inc (NASDAQ:COIN), come rilevato dalla società di analisi blockchain.

Guarda il nostro ultimo episodio Benzinga Crypto Show