Artmarket.com: I giovani artisti che tutti si contendono nelle tre grandi capitali del mercato dell’arte e la Top 20 di Artprice

6' di lettura

PARIS, 14 giugno 2021 /PRNewswire/ — New York, Londra e Hong Kong si spartiscono il mercato della nuova generazione di star di arte contemporanea e le firme più in voga circolano contemporaneamente nel mercato secondario delle tre città. Il dipartimento di econometria di Artprice osserva inoltre che le maggiori case d’asta occidentali – Christie’s, Sotheby’s e Phillips – partecipano tutte e tre al successo di questi giovani artisti. In poche parole, stiamo assistendo a una doppia rete triangolare incentrata sulle tre case d’asta più prestigiose del mondo nelle tre capitali più attraenti del mercato dell’arte internazionale.

Secondo thierry Ehrmann, presidente e fondatore di Artmarket.com e del suo dipartimento Artprice: «Presentando le opere degli stessi artisti sia in occidente che in oriente, gli operatori delle maggiori aste d’arte anglosassoni stanno consolidando e accelerando il mercato di queste giovani star della pittura e della scultura contemporanea. Dal 2013 Hong Kong compete con Londra e New York per aumentare i prezzi di quest’arte ultra-contemporanea».

Una competizione internazionale

Scoperti in Occidente, dapprima nelle gallerie e poi nei musei e nelle sale d’asta, oggi è ad Hong Kong che Nicolas Party, Avery Singer e Shara Hughes stanno registrando nuovi record. Hong Kong, porta di accesso per l’Asia e l’Oceania, sta facendo lievitare i prezzi, quasi ignorando le stime basate sui risultati occidentali.

Lo scorso 25 maggio, il dipinto di Shara Hughes I don’t deserve these flowers (2010) – stimato tra 80.000 e 120.000 dollari – è stato venduto da Christie’s Hong Kong per 612.000 dollari. Di fronte a un simile risultato, la succursale newyorkese e quella londinese dovranno trovare un modo per stimolare la domanda, magari inserendo Shara Hughes nelle sessioni “prestigiose”. Altrimenti dovranno accettare che le migliori opere della giovane pittrice americana passino per Hong Kong (finché la domanda rimarrà forte anche lì).  

Parigi sembra fuori dalla competizione

La capitale francese sta partecipando molto poco allo sviluppo di questi giovani artisti nel mercato delle aste. Forse perché Parigi è un mercato più prudente e meno sensibile alle mode? Oppure perché Parigi è meno attraente delle sue rivali quando si tratta di mettere insieme nuove opere molto richieste e collezionisti disposti a comprarle e venderle? La risposta è probabilmente un insieme dei due motivi.

Claire Tabouret, una delle giovani pittrici francesi più promettenti, vive e lavora a Los Angeles. Nessuna delle sue opere viene messa all’asta in Francia da più di un anno. I suoi due disegni proposti da Piasa lo scorso gennaio a Parigi non sono stati venduti. Eppure la domanda per le opere di Claire Tabouret è, oggi, eccezionalmente forte, come conferma il suo ultimo record di 870.000 dollari lo scorso 21 maggio da Christie’s New York per il suo dipinto Les débutantes (bleu azur) (2014).

Il ristretto ma crescente mercato degli NFT

Avendo venduto tutti e tre, quest’anno, il loro primo NFT ad un’asta, Beeple, Larva Labs e Mad Dog sono entrati nella Top 10 delle giovani star del mercato dell’arte. Ma con un solo risultato d’asta, questi artisti non hanno ancora un “livello di prezzo” generalmente accettato. Ad ogni modo, questa settimana sono state messe in vendita nuove opere nell’asta di Sotheby’s intitolata Natively Digital: A Curated NFT Sale, organizzata a New York.   

Le aste di NFT restano principalmente una particolarità americana. La casa d’aste europea Millon è stata la prima ad organizzare una sessione NFT in Europa lo scorso 20 maggio a Bruxelles. Grazie a dei prezzi molto più contenuti – i risultati variano da 800 a 23.000 dollari – queste vendite aiutano a rafforzare un mercato ancora in cerca della propria stabilità.

Immagini:
[https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/06/image1-artmarket-artprice-geographic-distribution-top-20-artists.png]

[https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/06/image2-artmarket-artprice-auction-houses-top-20-artists.png]

Copyright 1987-2021 thierry Ehrmann www.artprice.comwww.artmarket.com

A proposito di Artmarket:

Artmarket.com è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF.

Scopri Artmarket e il suo dipartimento Artprice in video: www.artprice.com/video

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è stata fondata nel 1997 dal CEO thierry Ehrmann. Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è controllata dal Groupe Serveur, creato nel 1987.

Biografia certificata Who’s Who ©:

imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2019/10/biographie_oct2019_WhosWho_thierryEhrmann.pdf

Artmarket è un operatore globale del Mercato dell’Arte che comprende, tra le altre strutture, il dipartimento Artprice, leader mondiale nella raccolta, gestione e utilizzo delle informazioni sul mercato dell’arte storico e attuale in banche dati che contengono più di 30 milioni di indici e risultati di aggiudicazione, per oltre 770.000 artisti.

Artprice Images® consente l’accesso illimitato alla più grande banca immagini al mondo dedicata al Mercato dell’Arte: ben 180 milioni di fotografie digitali o riproduzioni incise di opere d’arte dal 1700 fino a oggi, corredate dai commenti dei nostri storici dell’arte.

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, raccoglie dati su base permanente da 6300 Case d’Asta e produce informazioni chiave sul Mercato dell’Arte per le principali agenzie di stampa e comunicazione (7.200 pubblicazioni). I 4,5 milioni di utenti registrati hanno accesso agli annunci pubblicati dagli altri utenti registrati. Oggi questa rete rappresenta il Global Standardized Marketplace®, leader nella compravendita di opere d’arte a un prezzo fisso o di offerta (aste regolate dai paragrafi 2 e 3 dell’Articolo L 321.3 del Codice di Commercio Francese).

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, ha ricevuto il marchio di Stato “Società Innovativa” dalla Banca Pubblica di Investimento (BPI) (per la seconda volta nel novembre del 2018 per altri 3 anni), che sostiene la società nel progetto di consolidamento della sua posizione come operatore globale del mercato dell’arte.

Rapporto 2020 sul Mercato Globale dell’Arte di Artprice by Artmarket, pubblicato nel marzo del 2021:
https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2020

Indice dei comunicati stampa pubblicati da Artmarket con il suo dipartimento Artprice: serveur.serveur.com/press_release/pressreleaseen.htm

Segui tutte le notizie sul Mercato dell’Arte in tempo reale con Artmarket e il suo dipartimento Artprice su Facebook e Twitter:

www.facebook.com/artpricedotcom/ (oltre 5 milioni di follower)

twitter.com/artmarketdotcom

twitter.com/artpricedotcom

Scopri l’alchimia e l’universo di Artmarket e del suo dipartimento Artprice https://www.artprice.com/video con sede presso il celebre Museo di Arte Contemporanea l’Organe “La Demeure du Chaos” (New York Times dixit): https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013

L’Obs – Il museo del Futuro: https://youtu.be/29LXBPJrs-o

www.facebook.com/la.demeure.du.chaos.theabodeofchaos999

(4,5 milioni di follower)

https://vimeo.com/124643720

Contatta Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice – Contatti: thierry Ehrmann, ir@artmarket.com