Analisti cripto confermano mercato ribassista per Bitcoin

Nel frattempo il prezzo della principale criptovaluta al mondo scende sotto al livello dei 30.000 dollari

Analisti cripto confermano mercato ribassista per Bitcoin
2' di lettura

Cosa è successo

Per la prima volta da gennaio la criptovaluta leader di mercato Bitcoin (CRYPTO:BTC) è scesa sotto i 30.000 dollari e all’ultimo controllo ieri scambiava a 29.975 dollari, perdendo il 25,88% del suo valore negli ultimi sette giorni.

Alla luce della persistente pressione di vendita, Ki-Young Ju, CEO della piattaforma di analisi on-chain Crypto Quant, ha affermato che probabilmente il mercato ribassista di Bitcoin ha avuto una conferma.

Perché è importante

Secondo un indicatore on-chain che misura i depositi delle cosiddette balene negli exchange, la maggior parte di questa pressione di vendita proviene dalle balene di Bitcoin e non dagli investitori al dettaglio, il che probabilmente porterebbe a volumi di vendita molto più grandi.

Ki-Young Ju, comunque, ha osservato che un singolo indicatore “non può prevedere il futuro con certezza”, e il mercato delle criptovalute è in gran parte imprevedibile.

“Sto solo dicendo che per me questo si è rivelato un indicatore abbastanza buono per determinare un mercato rialzista/ribassista”.

A suo avviso, se l’Exchange Whale Ratio rimane al di sopra dell’85%, è probabile che il mercato sarà ribassista o falsamente rialzista.

“Per essere chiari, prevedo che il mio pregiudizio ribassista su $BTC non durerà a lungo (forse solo poche settimane) perché il mercato sembra buono in termini di domanda/offerta a lungo termine (ad esempio, Stablecoins ratio (USD) e SSR)”, ha aggiunto Ju.

“Dunque non fraintendetemi, non sto dicendo che è finita”.

Nel frattempo

Un altro indicatore che conferma un imminente ribasso di prezzo per Bitcoin è il BTC Death Cross, che ha avuto luogo “almeno cinque settimane prima del previsto”, secondo il trader di criptovalute Rekt Capital.

Come Rekt Capital ha affermato in precedenza, questo indicatore ha storicamente portato a cali di prezzo superiori al 55%, il che significherebbe un calo di Bitcoin fino al livello dei 18.000 dollari.

Alcuni analisti, comunque, sono ottimisti sulle prospettive di Bitcoin: PlanB, che ha creato il modello di prezzo Stock-to-Flow (S2F) per Bitcoin, stima che anche nello scenario peggiore la criptovaluta potrebbe raggiungere i 135.000 dollari entro dicembre di quest’anno.