Le Borse europee poco mosse, il petrolio vola sui massimi da due anni

1' di lettura

Avvio piatto per i listini del Vecchio Continente, nonostante le rassicurazioni di ieri della Fed sull’inflazione. Il Brent tocca nuovo record, oltre quota 75 dollari al barile

Le Borse europee iniziano la giornata di contrattazioni all’insegna della cautela, in vista degli indici Pmi dei servizi e manifatturieri preliminari della zona euro. A Milano il Ftse Mib inizia a +0,09%, a Francoforte il Dax a +0,16%, il Cac40 di Parigi a +0,10%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,23% e il Ftse 100 a Londra a +0,24%. La Borsa di Tokyo chiude poco mossa, con l’indice Nikkei a -0,03%, dopo i rialzi del giorno precedente.

PER LA FED INFLAZIONE MOMENTANEA

Ieri Wall Street ha chiuso in positivo, con l’indice S&P 500 a un passo dal massimo storico e il Nasdaq che ha aggiornato un nuovo record dopo che il presidente della Fed, Jerome Powell, ha confermato, nella sua audizione alla Camera, che le pressioni sull’inflazione sono temporanee. Per il numero uno della Federal Reserve non dovrebbe ripetersi una situazione simile a quella degli anni ’70 del secolo scorso…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.