Come scegliere le azioni giuste nel settore della sanità

1' di lettura

AllianceBernstein vede un promettente potenziale di crescita nonostante i rendimenti deludenti del settore nella ripresa post-pandemia e aiuta a identificare le aree giuste proponendo le risposte a quattro domande

Dall’inizio della pandemia, gli investitori hanno prestato grande attenzione al settore sanitario, ma dall’avvio della ripresa che ha fatto seguito al crollo indotto dal Covid i titoli sanitari globali hanno sottoperformato il mercato nel suo complesso. Secondo AllianceBernstein la sottoperformance si spiega in primo luogo con la rotazione verso settori più sensibili al ciclo a scapito di comparti più difensivi come la sanità, poi con il fatto che le piccole e medie aziende del comparto biotech non redditizie hanno perso terreno dopo un 2020 di guadagni robusti, e infine con l’aumento dei tassi d’interesse che ha frenato le azioni growth in generale, comprese quelle sanitarie.

INTATTA L’ATTRATTIVA A LUNGO TERMINE

Ma Vinay Thapar, Portfolio Manager e Senior Research Analyst—US Growth Equities and International Healthcare Portfolio, e Ryan Oden, ESG Research Analyst of Equities, entrambi di AllianceBernstein, ritengono che queste tendenze non pregiudicano l’attrattiva a lungo termine dei titoli sanitari innovativi con fondamentali solidi e aiutano gli investitori a individuare opportunità interessanti proponendo 4 domande. Per prima cosa bisogna chiedersi come lo sviluppo dei vaccini anti COVID-19 ha cambiato il volto del settore sanitario. Lo sviluppo dei vaccini ha avuto due effetti di enorme portata, perché il successo della tecnologia mRNA ha aggiunto un’arma importante agli arsenali delle case farmaceutiche che può essere sfruttata anche potenzialmente per la cura di altre malattie, come malaria, HIV e di alcuni tumori…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.