Dai consumatori asiatici la spinta ai marchi del lusso nel post-Covid

1' di lettura

Il punto di GAM sul settore lusso, che in Asia può contare su una classe media sempre più grande e in grado di spendere

A ormai un anno e mezzo dall’inizio della pandemia, con molti Paesi che sembrano aver trovato le contromisure sanitarie adatte e si avviano verso la riapertura completa delle economie, il settore lusso sembra essere cresciuto ancora di più. Questo perché molti consumatori sono andati alla ricerca di marchi noti e sicuri, e soprattutto in Asia – e in Cina in particolare – continua a crescere una classe media che darà un ulteriore spinta ai consumi.

CINA-USA, SORPASSO VICINO

A fare il punto sul mercato asiatico e cinese, e sull’andamento del settore lusso, è stata GAM. Asia e Cina, ha spiegato Jian Shi Cortesi, Investment Director Azionario Asiatico di GAM, sono i vincitori economici nel post Covid. La Cina è ormai sulla buona strada per diventare la più grande economia del mondo entro il 2030, superando gli Stati Uniti, grazie a un modello di crescita comune ad altri Paesi asiatici basato su tecnologia e consumi…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.