John McAfee trovato morto in una prigione spagnola

McAfee, il pioniere dei software antivirus è stato trovato morto mercoledì nella sua cella

John McAfee trovato morto in una prigione spagnola
3' di lettura

John McAfee, fondatore ed ex amministratore delegato della società di software antivirus McAfee Corporation (NASDAQ:MCFE), è stato trovato morto mercoledì nella sua cella in una prigione spagnola, alcune ore dopo che un tribunale ha autorizzato l’estradizione negli Stati Uniti per far fronte alle accuse federali.

McAfee aveva 75 anni e gli investigatori spagnoli hanno dichiarato ai media locali che la sua morte è stata un suicidio per impiccagione.

Cosa è successo

A marzo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti aveva annunciato che McAfee era stato incriminato per cospirazione a commettere frode finanziaria e su materie prime, cospirazione per commettere frode finanziaria e touting fraud, cospirazione per frode telematica e frode telematica sostanziale e reati di cospirazione per riciclaggio di denaro relativi a due truffe riguardanti la promozione fraudolenta di criptovalute, per le quali gli investitori hanno perso 13 milioni di dollari tra il 2017 e il 2018.

McAfee, che si è dimesso dalla guida della società omonima nel 1994, era detenuto in Spagna da ottobre 2020 con l’accusa di evasione fiscale. McAfee ha cercato di evitare l’estradizione sostenendo che l’atto d’accusa avesse una motivazione politica a causa del suo tentativo fallito di assicurarsi la nomina del Partito Libertario alla presidenza degli Stati Uniti in occasione delle elezioni presidenziali del 2020, ma l’Alta Corte nazionale spagnola ha respinto la sua richiesta.

Una vita finita male

McAfee è nato il 18 settembre 1945 in una base militare statunitense nel Gloucestershire, in Inghilterra, figlio di soldato americano e madre britannica; è cresciuto a Salem, in Virginia, e ha conseguito una laurea in matematica nel 1967 al Roanoke College della Virginia.

McAfee è entrato nel mondo della tecnologia come programmatore presso l’Institute for Space Studies della NASA. Durante gli anni ’70 e ’80 ha lavorato presso diverse importanti aziende tech, fra cui Xerox (NYSE:XRX) e Lockheed Martin (NYSE:LMT); mentre era impiegato presso quest’ultima, ha iniziato a sviluppare software antivirus per mitigare i possibili danni del virus informatico Brain.

McAfee ha fondato la sua azienda nel 1987, per poi lasciarla nel 1994. Nel 2013 ha creato un video virale intitolato “Come disinstallare McAfee Antivirus”, che lo mostrava mentre parlava male dell’azienda, in compagnia di donne seminude e mucchi di polvere bianca che sniffava durante la sua invettiva.

McAfee è stato coinvolto in varie iniziative, fra cui il programma di messaggistica istantanea Tribal Voice e una società di antibiotici a base di erbe in Belize, prima di diventare presidente e CEO di MGT Capital nel 2016; McAfee ha riportato il focus dell’azienda dai videogiochi alla sicurezza informatica e alle criptovalute. Ha lasciato il gruppo dopo due anni per diventare amministratore delegato della società di criptovalute Luxcore.

McAfee ha lasciato gli Stati Uniti a gennaio del 2019 in seguito alle accuse di evasione fiscale; ha attraversato i Caraibi e l’Europa prima di essere detenuto a Barcellona.

Mentre era in cella, McAfee ha mantenuto un account Twitter (NYSE:TWTR); il tweet fissato sull’account risale al 16 giugno e sembrava suggerire il lamento di un uomo alla fine del suo percorso: “Gli Stati Uniti credono che io abbia nascosto criptovaluta. Vorrei averlo fatto, ma si è dissolta attraverso le molte mani del Team McAfee (non è necessario che ci crediate) e i miei beni rimanenti sono stati tutti sequestrati. I miei amici sono evaporati per paura di essere associati a me. Non ho niente. Eppure non rimpiango nulla”.

Foto: John McAfee durante l’evento Politicon 2016 a Pasadena, in California. Foto di Gage Skidmore/Flickr Creative Commons)