OLB lancia la consociata DMint per il mining “green”

La nuova impresa impiegherà macchine ASIC per minare criptovalute e l’energia impiegata rispetterà gli standard ESG

OLB lancia la consociata DMint per il mining “green”
2' di lettura

OLB Group Inc (NASDAQ:OLB), società di omnicommerce e pagamenti basata su cloud, ha ampliato la sua attività nel campo del mining di criptovalute con il lancio della nuova consociata DMint.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

DMint prevede di impiegare un modello di business economico ed ecologico utilizzando macchine ASIC per minare criptovalute con energia sottoutilizzata in conformità con gli standard ESG.

Seguendo il suo approccio ecologico al mining di criptovalute, quest’anno la società prevede di rendere operative circa 1.000 macchine per il mining che utilizzeranno un piano operativo a zero emissioni di CO2 presso alcuni data center siti in Pennsylvania.

OLB ha dichiarato che nel corso dei prossimi due anni il numero di macchine per il mining di criptovalute potrebbe espandersi fino a 24.000 unità.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Perché è importante

La società ha stipulato un accordo esclusivo per l’acquisto di tutto il gas naturale dalle miniere di Bradford (Pennsylvania) attraverso Cai Energy Blockchain; secondo quanto riferito, i termini dell’accordo consentiranno a DMint di diventare una società di crypto mining integrata verticalmente.

Inoltre, DMint stima che l’impatto ambientale della sua attività di mining sarà prossimo allo zero, poiché la società intende utilizzare il gas naturale prelevato direttamente dalle vere da pozzo per generare energia elettrica.

Utilizzando un prezzo di riferimento di 38.000 dollari per Bitcoin (CRYPTO:BTC), l’attività di mining della società, al ritmo di 100 petahash/secondo, produrrebbe circa 10 BTC al mese.

Nel frattempo

Entro la fine dell’anno prossimo DMint stima di poter aumentare la sua potenza di elaborazione a 500 petahash/secondo.

“DMint è parte integrante della strategia multi-fase di OLB per dare maggior potere ai nostri rivenditori con servizi avanzati, che oggi includono l’accesso al credito e servizi ampliati di commercio con criptovalute che li aiutano a competere e a distinguersi in qualsiasi mercato”, ha affermato in un comunicato stampa Ronny Yakov, amministratore delegato di OLB Group.

“Riteniamo che la criptovaluta avrà un impatto importante nel settore dei pagamenti, e vogliamo essere in prima linea in questo settore man mano che adotterà l’accettazione delle criptovalute”, ha aggiunto Yakov.