La situazione non migliora per Bitcoin, Ethereum e Dogecoin

Le principali criptovalute continuano a retrocedere, ma gli "hodler" non sono turbati dal recente sell-off

La situazione non migliora per Bitcoin, Ethereum e Dogecoin
2' di lettura

Le principali valute digitali sono state scambiate in ribasso lunedì notte, mentre la capitalizzazione del mercato globale delle criptovalute è scesa del 3,29% a 2,05 trilioni di dollari.

Cosa è successo

Bitcoin (CRYPTO: BTC) ha perso l’1,82% a 45.210,12 dollari in 24 ore, registrando -13,91% negli ultimi sette giorni.

La seconda moneta per importanza in termini di capitalizzazione di mercato, Ethereum (CRYPTO: DOGE) è in calo giornaliero del 2,23% a 3,319,65 dollari, che si traduce in -14,92% su un periodo di sette giorni.

Il prezzo di Cardano (CRYPTO: ADA) è diminuito del 4,74% a 2,42 dollari, ovvero -14,36% in una settimana.

La moneta meme Dogecoin (CRYPTO: DOGE) è stata scambiata in ribasso del 4,42% a 0,24 dollari. In una settimana, DOGE è crollato del 22,71%.

Lunedì sera, Synthetix (CRYPTO: SNX) è risultata la criptovaluta ad aver realizzato i maggiori guadagni giornalieri, con un balzo del 15,85% a 12,65 dollari. In una settimana, il token del protocollo di finanza decentralizzata è sceso del 6,77%.

Nelle ultime 24 ore, SNX ha guadagnato il 18,46% rispetto a BTC e il 19,28% su ETH.

Fra le altre coin a realizzare importanti guadagni giornalieri vi sono Mina (CRYPTO: MINA), Celo (CRYPTO: CELO) e Stacks (CRYPTO: STX).

MINA è aumentato del 15,59% a 5,87 dollari, CELO ha ottenuto +8,14% toccando 5,41 dollari e STX è cresciuto del 3,28% a 1,51 dollari.

Perché è importante

Microstrategy Incorporated (NASDAQ:MSTR) ha dichiarato in un deposito presso il Securities and Exchange Bureau degli USA di aver acquisito 5.050 BTC per quasi 242,9 milioni di dollari.

La società guidata da Michael Saylor ha dichiarato di aver aggiunto 8.957 BTC nel terzo trimestre del 2021 e di detenere ora circa 110.042 BTC, che ha acquisito a un costo unitario medio di 27.713 dollari.

Lunedì, Saylor ha twittato “Chi va piano va sano e va lontano”, accompagnando il vecchio adagio con l’hashtag Bitcoin.

Lo stesso giorno, la società di analisi on-chain Glassnode ha affermato in un articolo sul blog che i detentori a lungo termine di BTC non sono turbati dal sell-off della scorsa settimana.

“Vediamo anche che la disponibilità degli LTH (detentori a lungo termine) ha raggiunto il 79,5% di tutte le coin BTC questa settimana, il che equivale al livello raggiunto a ottobre, prima dell’inizio del mercato rialzista”, ha scritto l’azienda.

Glassnode definisce i detentori a lungo termine come “acquirenti ad alta convinzione” le cui monete hanno superato la soglia dei 155 giorni.

Nel frattempo, Litecoin (CRYPTO: LTC), un fork di BTC, è salito alle stelle in seguito alla diffusione di un falso comunicato stampa secondo cui Walmart Inc (NYSE:WMT) aveva stretto un’importante partnership con il token in questione.

Al momento della pubblicazione, LTC segnava +0,49% a 179,92 dollari. La criptovaluta veniva scambiata in ribasso del 22,8% nelle ultime 24 ore rispetto al massimo intraday di 233,06 dollari toccato lunedì.

La Fondazione Litecoin ha riconosciuto che lunedì i membri del suo team di social media si sono mostrati “un po’ troppo entusiasti” condividendo la notizia dall’account Twitter ufficiale dopo che i principali media come Reuters ne hanno parlato.