Indice di volatilità tocca picco in scia a timori Evergrande

La crisi del colosso immobiliare cinese preoccupa i mercati; ecco i consigli su come muoversi

Indice di volatilità tocca picco su timori Evergrande
2' di lettura

Dopo la debolezza del mercato azionario della scorsa settimana, il netto calo di lunedì potrebbe aver finalmente creato l’opportunità di acquisto che molti investitori a lungo termine stavano aspettando da mesi.

Lindsey Bell, Chief Investment Strategist di Ally Invest, afferma che gli investitori devono mantenere la calma e avere fiducia nella performance a lungo termine dell’indice S&P 500.

Picco di volatilità

Bell ha dichiarato che giornate come quella di lunedì spesso sembrano più spaventose di quanto non lo siano in realtà; potrebbe volerci un po’ di tempo prima che il mercato azionario digerisca la situazione di Evergrande, che per ora ha creato un clima di paura sui mercati.

In effetti, lunedì l'”indice della paura” VIX ha raggiunto il livello più alto da maggio e il ProShares Ultra VIX Short Term Futures ETF (BATS:UVXY) è balzato del 25,8% negli scambi di metà giornata.

Bell ha spiegato che la chiave per gli investitori a lungo termine in giornate come quella di lunedì è quella di mantenere la prospettiva: da novembre 2020 il mercato azionario ha guadagnato oltre il 35% senza nemmeno un arretramento di almeno il 5%, ha affermato l’analista; storicamente, l’S&P 500 ha registrato in media due pullback del 5% all’anno dal 1950. Anche se l’S&P 500 arretrasse del 10% rispetto alla chiusura di venerdì, sarebbe comunque in rialzo del 6% da inizio anno.

Come muoversi

Per ora, Bell ritiene probabile che la maggior parte della volatilità a breve termine si riscontri nelle azioni e nelle banche dei mercati emergenti legate a Evergrande, ma ha aggiunto che gli investitori a lungo termine non hanno alcun motivo di prendere decisioni avventate.

“Se sei preoccupato per un maggiore sell-off da questa parte dell’oceano, valuta l’idea di comprare alcuni titoli difensivi o coperture. Ma spesso, stare fermo e non fare nulla è la cosa migliore se stai investendo a lungo termine”, ha affermato Bell.

Il punto di vista di Benzinga

Notizie come quella di Evergrande possono sembrare importanti eventi di mercato, ma anche gli investitori che hanno comprato sul ribasso quando Bear Stearns e Lehman Brothers sono fallite nel 2008 hanno ottenuto enormi rendimenti sui loro investimenti.

Foto: Andrea Piacquadio da Pexels