Facebook, Zuckerberg contro il NYT per la “tavola da surf”

Il CEO di Facebook, che sostiene di non essere su una tavola da surf nel video in questione, ignorerebbe però i danni di Instagram

Facebook, Zuckerberg contro il NYT per la “tavola da surf”
2' di lettura

Mark Zuckerberg, amministratore delegato di Facebook Inc (NASDAQ:FB), martedì ha lanciato una frecciatina al New York Times Co (NYSE:NYT).

Cosa è successo

Attraverso un post ironico su Facebook, Zuckerberg ha affermato che “una cosa è che i media dicano cose false sul mio lavoro, ma dire che sono su una tavola da surf elettrica quando quel video mostra chiaramente un aliscafo che sto muovendo con le mie gambe oltrepassa il limite”.

Zuckerberg si riferisce a un articolo del New York Times pubblicato martedì riguardante il ‘Project Amplify’, un’iniziativa nata durante una riunione interna a gennaio che dovrebbe utilizzare il feed di notizie di Facebook per mostrare storie positive sul social network.

Il Times ha osservato che, dall’incontro di gennaio, Facebook ha avviato uno “sforzo su più fronti” per cambiare la narrativa legata al colosso dei social media, tenendo Zuckerberg a distanza dagli scandali, riducendo l’accesso ai dati interni da parte di terzi e “sotterrando un report potenzialmente negativo sui suoi contenuti e incrementando la propria pubblicità per mostrare il suo marchio”.

“Piuttosto che affrontare le controversie aziendali, i post di Zuckerberg hanno recentemente mostrato un video di se stesso che attraversa un lago portando una bandiera americana, con messaggi sulla nuova realtà virtuale e sui dispositivi hardware”, hanno scritto i giornalisti del Times Ryan Mac e Sheera Frenkel.

Perché è importante

Zuckerberg non ha parlato di Project Amplify nel suo post sull’articolo del Times.

Le avventure di Zuckerberg sul congegno simile a un aliscafo si sono svolte il 4 luglio, accompagnate da ‘Take Me Home, Country Roads’ di John Denver come musica di sottofondo nel video che ha condiviso; all’epoca, diversi utenti di Twitter hanno messo in evidenza che il video sembrava un tentativo di migliorare l’immagine pubblica del CEO di Facebook.

L’azienda di Menlo Park si è trovata nel pieno delle polemiche dopo che alcuni ricercatori interni hanno scoperto che il social network Instagram, di proprietà di Facebook, è dannoso per le ragazze adolescenti.

Nick Clegg, vicepresidente degli affari globali della società, ha risposto a un report del Wall Street Journal sull’impatto di Instagram sulla salute mentale delle teenager.

Il Journal, citando documenti interni di Facebook, ha osservato che il 32% delle ragazze adolescenti “si sente a disagio riguardo al proprio corpo”, affermando che la piattaforma di condivisione foto ha acuito questo problema.

“Al centro di questa serie c’è un’accusa che è semplicemente falsa: che Facebook conduca ricerche e poi le ignori sistematicamente e intenzionalmente se i risultati sono scomodi per l’azienda”, ha dichiarato Clegg riguardo ai report del WSJ.

Movimento dei prezzi

Le azioni di Facebook hanno chiuso la sessione regolare di martedì in rialzo dello 0,5% a 357,48 dollari e in after-market hanno ceduto lo 0,22%.