Arrivano le piante smart che si illuminano davvero come in Avatar

1' di lettura

I ricercatori del Mit stanno mettendo a punto una nuova tecnica che permette alle piante di illuminare l’ambiente circostante

La scienza trova sempre modi nuovi per innovare e già alcuni anni fa i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) erano riusciti a far emettere luce alle foglie di una pianta. La luce emessa, però, non soddisfava questi ricercatori, in quanto di quantità e durata limitata. In questi giorni, però, dal Mit sono riusciti ad aumentare la luce prodotta attraverso l’uso di un condensatore a nanoparticelle fosforescenti, aprendo le porte alla possibilità di utilizzare il mondo vegetale come alternativa per la produzione di illuminazione pubblica.

I PRIMI ESPERIMENTI

Già nel 2017 un team del Mit diretto dal professore di ingegneria chimica Michael Strano era riuscito a ingegnerizzare le foglie di diverse piante, facendogli emettere luce. I ricercatori introducevano nelle piante una soluzione di nanoparticelle contenenti molecole chimiche quali luciferina, luciferasi e coenzima A. Reagendo fra loro, queste particelle emettevano luce grazie ad una reazione molto simile a quella delle lucciole. In questo modo, le piante iniziavano ad emettere una luce, anche se di durata e intensità limitati, risultato mostrato anche in un video apposito

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.