Vontobel: la finanza deve fare la sua parte per fermare il cambiamento climatico

1' di lettura

La svolta positiva passa anche dalle azioni degli investitori istituzionali e privati, puntando su aziende sostenibili che generano una crescita redditizia

Le catastrofi climatiche continuano a intensificarsi con le recenti piogge e inondazioni estreme nell’Europa settentrionale e in Cina, mentre l’Europa meridionale e la costa occidentale degli Stati Uniti hanno combattuto contro gli incendi, confermando che il cambiamento climatico è un rischio reale. Nessuna regione sarà risparmiata, ma ci sono buone speranze che la situazione possa essere tenuta sotto controllo, come ritiene Michael E. Mann, fisico e climatologo americano, secondo cui un esponenziale aumento della temperatura può essere invertito con investimenti massicci, adozione di standard internazionali come il carbon pricing, e sforzi individuali dei consumatori.

IMPATTO DIRETTO SUI MEZZI DI SUSSISTENZA

Pascal Dudle, Portfolio Manager di Vontobel, sottolinea che il cambiamento climatico ha un impatto diretto sui mezzi di sussistenza, l’agricoltura, i sistemi idrici e gli ecosistemi, e si prevede che influisca anche sulle infrastrutture, i trasporti e la produzione di energia. L’esperto di Vontobel si dice, però, convinto che gli investitori possano fare la differenza e avere un impatto positivo attraverso i loro investimenti e guidare un cambiamento positivo possedendo azioni e influenzando le aziende i cui beni e servizi generano una crescita redditizia, affrontando le principali sfide globali: aziende con prodotti e servizi innovativi che forniscono accesso all’acqua pulita e all’energia, sviluppano città sostenibili e industrie efficienti, offrono cibo sostenibile e consumo responsabile…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.