Alibaba e la rivale di Nio, Li Auto, in discesa a Hong Kong

Anche JD è in territorio negativo: i ribassi sono causati dai timori legati all'inflazione e all'operato dei regolatori

Alibaba e la rivale di Nio, Li Auto, in discesa a Hong Kong
2' di lettura

Martedì le azioni di Alibaba Group Holding Limited (NYSE:BABA), JD.com (NASDAQ:JD), Baidu Inc. (NASDAQ:BIDU), Tencent Holdings Inc. (OTC:TCEHY) e Li Auto Inc. (NASDAQ:LI) sono tutte in ribasso a Hong Kong, mentre Xpeng Inc. (NYSE:XPEV) risulta in leggero aumento.

I movimenti

Le azioni quotate a Hong Kong del colosso cinese dell’e-commerce Alibaba hanno perso il 4% a 161 dollari hongkonghesi, le azioni della compagnia di e-commerce JD.com hanno ceduto l’1,2% a 307,80 dollari hongkonghesi e le azioni della società tecnologica Baidu hanno osservato un calo del 2,6% a 158,40 dollari hongkonghesi.

Le azioni del produttore di veicoli elettrici Li Auto hanno fatto segnare -2,8% a 109,20 dollari hongkonghesi, mentre le azioni dell’azienda rivale Xpeng sono salite dello 0,2% a 150,50 dollari hongkonghesi.

Le azioni del conglomerato tecnologico Tencent Holdings hanno avuto un ribasso dell’1,4% a 62,28 dollari hongkonghesi.

Martedì l’indice Hang Seng di Hong Kong ha aperto in territorio negativo, e al momento della pubblicazione è in ribasso dello 0,8%; lunedì l’indice aveva chiuso in rialzo di quasi il 2%.

Perché si sta muovendo?

L’indice Hang Seng ha perso terreno poiché la crisi energetica globale ha alimentato i timori di inflazione.

Anche la crisi debitoria di China Evergrande Group (OTC:EGRNY) ha pesato sul sentiment degli investitori dopo che Reuters ha riferito che alcuni degli obbligazionisti offshore della società immobiliare non hanno ricevuto il pagamento degli interessi entro la scadenza di lunedì.

Inoltre, secondo il report, le società rivali di Evergrande Modern Land (China) Co. e Sinic Holdings stanno tentando di rinviare le scadenze di pagamento delle obbligazioni.

Nel frattempo, Bloomberg ha riferito che la Cina avvierà un’ispezione delle autorità di regolamentazione finanziaria, delle banche statali e delle compagnie assicurative del Paese nell’ambito delle iniziative per combattere la corruzione.

Lunedì le azioni delle società cinesi hanno chiuso per lo più in ribasso nelle piazze di scambio statunitensi dopo che i principali indici azionari USA hanno registrato perdite per la seconda sessione consecutiva; le azioni di Alibaba hanno chiuso in aumento dell’1,5% mentre quelle di Nio hanno chiuso con un -0,5%.

I titoli Big Tech cinesi, fra cui Alibaba, avevato avuto un rialzo a Hong Kong lunedì grazie all’ottimismo dovuto a un allentamento della pressione normativa sul settore.