Dogecoin guida il rialzo delle principali criptovalute

Nel frattempo, Bitcoin affronta un test di presa di profitto ed Ethereum è in leggero calo

Dogecoin guida il rialzo delle principali criptovalute
3' di lettura

Lunedì sera Dogecoin (CRYPTO:DOGE) è risultata la coin in maggior rialzo fra le principali monete digitali, con la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute che è scesa dello 0,24% a 2.480 miliardi di dollari.

Cosa è successo

Nelle ultime 24 ore la moneta a tema Shiba Inu ha osservato un rialzo del 4,06% a 0,25 dollari; negli ultimi sette giorni DOGE ha guadagnato il 7,58%.

Nelle ultime 24 ore la principale criptovaluta al mondo, Bitcoin (CRYPTO:BTC), ha avuto un leggero aumento dello 0,31% a 61.143,81 dollari; negli ultimi sette giorni BTC si è apprezzato del 9,18%.

Ethereum (CRYPTO:ETH) ha avuto un calo giornaliero del 2,57% a 3.763,35 dollari, che si traduce in un aumento del 7,71% negli ultimi sette giorni.

Lunedì la criptovaluta in maggior rialzo nelle ultime 24 ore è risultata Stacks, secondo i dati di CoinMarketCap; STX ha fatto segnare +14,66% a 2,59 dollari.

Negli ultimi sette giorni, la moneta associata a un progetto che porta la finanza decentralizzata (DeFi) sulla blockchain di Bitcoin ha avuto un impennata del 34,74%.

Nelle ultime 24 ore STX ha guadagnato il 14% rispetto a BTC e il 18,01% su ETH.

Perché è importante

La scorsa settimana ha rappresentato uno dei “trend rialzisti più decisivi” da gennaio per BTC, secondo Delphi Digital, una società di ricerca indipendente.

Domenica BTC ha chiuso la settimana a 63.000 dollari, superando la chiusura settimanale del 6 aprile quando aveva terminato gli scambi a 61.500 dollari.

“La scorsa settimana BTC ha appena fatto segnare la sua chiusura settimanale più alta mai registrata; lasciamo che ciò venga assimilato”, ha scritto Delphi Digital in una nota inviata via e-mail.

Attualmente la principale criptovaluta al mondo scambia il 4,3% al di sotto del massimo storico di 64.863,10 dollari raggiunto il 14 aprile.

L’attuale esuberanza è dovuta all’approvazione del ProShares Bitcoin Strategy ETF da parte della Securities and Exchange Commission, che dovrebbe diventare operativo martedì.

Il surriscaldamento del mercato dei futures sta causando un certo allarme, con le posizioni aperte sui futures in BTC vicine al massimo storico.

Negli ultimi giorni FTX, Binance, Bitfinex e il Chicago Mercantile Exchange hanno tutti raggiunto il loro livello più alto di contratti in essere sui futures in BTC, ha osservato Delphi Digital.

Nel frattempo, la maggior parte dei detentori di Bitcoin a lungo termine mantiene i profitti accumulati, secondo un blog di Glassnode.

“Man mano che il mercato si spinge verso l’ATH [il massimo storico] e gli investitori detengono profitti [non realizzati] sempre più grandi, l’incentivo a vendere cresce”, ha osservato il provider di dati e di informazioni per blockchain.

Cambiamenti nella posizione dei detentori a lungo termine di BTC, per gentile concessione di Glassnode

Glassnode ha osservato che c’è un “leggero ammorbidimento” nell’indicatore di variazione delle posizioni nette dei detentori a lungo termine che indica che la spesa da parte di tali investitori si verifica quando i prezzi superano i 60.000 dollari.