Nio, presidente parla del calo delle consegne a ottobre

Qin Lihong non ritiene il dato negativo sulle consegne un grosso problema

Nio, presidente parla del calo delle consegne a ottobre
2' di lettura

Le scarse performance di Nio Inc (NYSE:NIO) sulle consegne del mese di ottobre, dovute a una minore produzione, non sono un “grosso problema”, secondo quanto dichiarato dal cofondatore e presidente del produttore cinese di veicoli elettrici Qin Lihong, come riferito lunedì da cnEVpost.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

Lihong ha affermato che l’impianto di produzione ha ripreso la produzione e che la società sta assistendo a un aumento degli ordini.

Il dirigente ha dichiarato che a ottobre l’impianto produttivo di Nio a Hefei ha lavorato a pieno regime per soli dieci giorni a causa di un rinnovamento e di un aggiornamento delle linee di produzione.

Di conseguenza, “non c’erano abbastanza veicoli che potevano essere utilizzati per le consegne, il che non è un grosso problema”, avrebbe detto il presidente di Nio.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Nel mese di ottobre Nio ha consegnato 3.667 veicoli, registrando un calo del 27% su base annua e del 65,5% su base mensile; nello stesso periodo, l’azienda rivale XPeng Motors (NYSE:XPEV) ha consegnato 10.138 veicoli.

Perché è importante

A settembre Nio ha consegnato in tutto il mondo 10.628 veicoli, un numero record per l’azienda, che negli ultimi mesi ha faticato a registrare una crescita delle consegne.

La casa automobilistica, percepita come rivale di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), starebbe cercando di raddoppiare la produzione nello stabilimento di Hefei a 240.000 veicoli all’anno in seguito a una ristrutturazione totale, che dovrebbe essere completata nella prima metà dell’anno prossimo.

Lo stabilimento di Hefei può realizzare berline e SUV; l’impianto dovrebbe essere in grado di produrre fino a 300.000 auto all’anno, al netto di tutti gli aggiornamenti e dei turni extra.

L’ampliamento dell’impianto giunge in scia all’espansione all’estero di Nio: il produttore di veicoli elettrici ha infatti iniziato a consegnare auto in Norvegia e presto prevede di effettuare ulteriori incursioni nel mercato europeo.

Nio sta costruendo una seconda unità a Hefei, che dovrebbe avviare la produzione nel terzo trimestre del 2022.

Movimento dei prezzi

Lunedì le azioni Nio hanno chiuso in aumento del 3,63% a 40,84 dollari.

Foto per gentile concessione di Nio