Lucid pianifica nuovi impianti fuori dagli USA

La rivale di Tesla intende aprire impianti produttivi al di fuori degli Stati Uniti entro il 2025, con un occhio al Medio Oriente e alla Cina

Lucid pianifica nuovi impianti fuori dagli USA
2' di lettura

Lucid Group Inc (NASDAQ:LCID) ha in programma di costruire degli impianti di produzione in Medio Oriente e in Cina entro la metà del decennio, come ha riferito martedì la CNBC citando Peter Rawlinson, amministratore delegato della casa di veicoli elettrici di lusso.

Cosa è successo

Il produttore di veicoli elettrici, che si è recentemente quotato in Borsa, ha uno stabilimento produttivo a Casa Grande (Arizona), dove ha iniziato la produzione a settembre.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il mese scorso la società ha dato il via alle consegne della Dream Edition della berlina Lucid Air.

Lunedì Lucid ha riportato i suoi primi risultati finanziari come società quotata in Borsa, dichiarando di aver chiuso il terzo trimestre con disponibilità liquide per circa 4,8 miliardi di dollari.

La società ha dichiarato di aver perso 1,5 miliardi di dollari nei primi nove mesi dell’anno, aggiungendo però di essersi assicurata oltre 17.000 prenotazioni per la sua berlina Air, che rappresenta un portafoglio ordini da 1,3 miliardi di dollari.

Lucid, che considera Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) una sua rivale, ha anche confermato l’obiettivo di produzione di 20.000 veicoli nel 2022, ma ha spiegato che restano presenti alcuni ostacoli per realizzare questo piano a causa dei disservizi globali alle supply chain e alla logistica.

Perché è importante

Secondo quanto dichiarato alla fine del mese scorso, Rawlinson vede l’Arabia Saudita come il secondo maggior mercato al mondo per le auto elettriche luxury in termini di preordini; l’AD ha indicato che la prima fabbrica di Lucid potrebbe avere una capacità produttiva massima di 90.000 veicoli elettrici all’anno.

Lucid fa parte di una dozzina di startup di veicoli elettrici che hanno intrapreso la strada delle SPAC per quotarsi in Borsa; l’azienda conta fra i suoi principali azionisti il Public Investment Fund, il fondo sovrano dell’Arabia Saudita.

Rawlinson ha precedentemente ricoperto il ruolo di ingegnere capo della Model S di Tesla.

I prezzi delle auto elettriche di Lucid sono notevolmente più alti di quelli delle aziende rivali; si prevede che queste cifre diminuiranno man mano che la società lancerà altri veicoli che sono attualmente in cantiere.

Inoltre, l’azienda punta a iniziare le consegne in Europa e in Cina a partire, rispettivamente, dal 2022 e dal 2023; attualmente Lucid sta espandendo il proprio team in queste aree.

L’impennata della valutazione

Martedì la capitalizzazione di mercato di Lucid ha superato quella della casa automobilistica tradizionale Ford Motor Co (NYSE:F) raggiungendo gli 89,9 miliardi di dollari; Ford ha chiuso con una capitalizzazione di mercato di 79,09 miliardi.

Rivian Automotive Inc (NASDAQ:RIVN), azienda sostenuta da Amazon.com Inc (NASDAQ:AMZN) e Ford, ha rapidamente raggiunto una valutazione di 146,7 miliardi di dollari dopo la sua recente quotazione.

Movimento dei prezzi di LCID

Martedì le azioni LCID hanno chiuso con un balzo del 23,7% a 55,52 dollari.