Goldman Sachs: Amazon miglior titolo Internet per il 2022

Fra gli altri nomi nell’elenco delle prime scelte di titoli azionari dell’istituto di credito figurano Uber, Lyft, Snap e Meta  

Goldman Sachs: Amazon miglior titolo Internet per il 2022
2' di lettura

Goldman Sachs ha definito Amazon.com Inc (NASDAQ:AMZN) la sua scelta azionaria preferita per il 2022 nel settore Internet, come riporta The Street.

Gli analisti di Goldman guidati da Eric Sheridan vedono Amazon come la loro prima scelta per il 2022, assegnando un rating Buy e un target price di 4.100 dollari, il che implica un rialzo del 15,8% rispetto al prezzo di chiusura del 16 novembre a quota 3.540,70 dollari. Secondo gli analisti, il recente report degli utili riflette in modo completo i timori degli investitori sul fatturato e la redditività dell’azienda per il 2022.

  • Amazon può vantare temi di crescita secolare più ampi, fra cui l’e-commerce, la pubblicità, il cloud computing, il consumo dei media e l’adozione degli abbonamenti da parte dei consumatori.
  • Goldman suggerisce che gli investitori dovrebbero scommettere su Amazon nonostante l’aumento dei salari e altri ostacoli che rendono l’attività di e-commerce più costosa, come riporta la CNBC; l’istituto di credito afferma che Amazon ha già scontato l’aumento dei costi del lavoro.
  • Anche Uber Technologies Inc (NYSE:UBER), Lyft Inc (NASDAQ:LYFT), Snap Inc (NYSE:SNAP) e Meta Platforms Inc (NASDAQ:FB) figurano nell’elenco delle prime scelte di Goldman Sachs fra i titoli azionari.
  • Goldman dichiara che “le opportunità di acquisto più interessanti nella nostra trattazione sul settore del ride-sharing (Uber/Lyft), come elementi di ripresa e di aumento della redditività, prenderanno piede nel 2022”.
  • Goldman aggiunge Snap e Meta-Facebook “come scommesse sul ritorno in media, in seguito ai deludenti ricavi del terzo trimestre del 2021 e ai commenti prospettici delle società; entrambe le società [aumenteranno] in qualità di scommesse sulla “normalizzazione” nel 2022″.
  • Guardando indietro alla stagione degli utili del terzo trimestre per il gruppo delle aziende Internet americane, Sheridan ha evidenziato quelli che considera “alcuni temi chiave”, fra cui la pubblicità digitale – escludendo Alphabet Inc (NASDAQ:GOOG) (NASDAQ:GOOGL), che ha dimostrato di avere la volatilità più alta per un singolo titolo; l’emersione degli attori di media streaming Netflix Inc (NASDAQ:NFLX) e Spotify Technology SA (NYSE:SPOT) da un periodo di sostenuta sottoperformance dei titoli, pronti a sorprendere al rialzo; le tendenze dell’e-commerce che restano volatili; infine, le società di viaggi online e di ride-sharing in fase di riapertura che “hanno ampiamente dipinto il quadro di un miglioramento della ripresa”.
  • Movimento dei prezzi Giovedì, all’ultimo controllo, le azioni AMZN erano in rialzo del 3,86% a 3.685 dollari.