Borsa Hong Kong contrastata: giù Alibaba, JD e Tencent

Nel frattempo, i titoli delle startup di auto elettriche, Xpeng e Li Auto, continuano a registrare guadagni

Borsa Hong Kong contrastata: giù Alibaba, JD e Tencent
2' di lettura

Mercoledì le azioni di Alibaba Group Holding Limited (NYSE:BABA), JD.Com Inc. (NASDAQ:JD) e Tencent Holdings Inc. (OTC:TCEHY) hanno osservato un calo a Hong Kong, mentre Xpeng Inc. (NYSE:XPEV), Li Auto Inc. (NASDAQ:LI) e Baidu Inc. (NASDAQ:BIDU) hanno guadagnato terreno.

I movimenti

Le azioni quotate a Hong Kong del colosso cinese dell’e-commerce Alibaba hanno ceduto l’1,3% a 131,30 dollari hongkonghesi (HKD), le azioni della rivale JD.com hanno osservato un calo dell’1,2% a 350,40 HKD e le azioni del conglomerato tech Tencent hanno avuto una flessione dell’1,2% a 475 HKD.

Nel frattempo, le azioni della società tecnologica Baidu hanno guadagnato l’1,5% a 146,80 HKD.

Le azioni del produttore di veicoli elettrici Xpeng sono balzate del 9,7% a 207,60 HKD e le azioni dell’azienda rivale Li Auto hanno guadagnato l’1,6% a 124,10 HKD.

Xpeng ha riportato un fatturato del terzo trimestre superiore alle stime degli analisti e ha anche pubblicato previsioni ottimistiche sui ricavi per il quarto trimestre.

Le azioni di Kuaishou Technology (OTC:KUASF) hanno guadagnato il 7,6% dopo che la società di app per video brevi ha riportato risultati del terzo trimestre migliori del previsto, come riporta Bloomberg.

Mercoledì l’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso al ribasso dopo un inizio positivo e al momento della pubblicazione risulta quasi invariato; martedì l’indice ha chiuso con un -1,2%.

Perché si sta muovendo?

L’indice Hang Seng ha perso terreno poiché i deboli risultati degli utili dei colossi tech cinesi come Alibaba e Tencent hanno dato il via a una nuova ondata di vendite.

Le azioni di Xiaomi sono precipitate del 7,3%: nonostante le vendite del terzo trimestre del produttore di smartphone abbiano raggiunto le stime di consenso, secondo un report di Bloomberg queste hanno fatto segnare la crescita più lenta dal secondo trimestre del 2020.

L’operatore della piattaforma di food-delivery Meituan è fra le principali società di cui è prevista la pubblicazione dei risultati degli utili questa settimana.

Anche i timori per il travagliato settore immobiliare cinese restano al centro dell’attenzione: alcuni obbligazionisti della società cinese di sviluppo immobiliare Kaisa Group hanno contattato la banca di investimento Moelis & Co. per avvisarli che non hanno ricevuto i pagamenti delle cedole, come ha riferito Reuters.

Martedì le azioni delle società cinesi quotate negli Stati Uniti hanno chiuso per lo più in rialzo, sebbene i principali indici azionari USA abbiano chiuso contrastati per la quarta sessione consecutiva a causa del costante aumento dei rendimenti dei Treasury.

Le azioni di Alibaba hanno chiuso in calo di quasi il 2,2%, mentre quelle di Nio hanno chiuso in aumento dell’1,3%.

Leggi anche: Volkswagen propone il noleggio batterie per l’ID.3 in Cina