Elon Musk vende un altro miliardo in azioni Tesla

Venerdì è emerso che la vendita complessiva di azioni della società nella scorsa settimana è stata quantificata in 5,7 miliardi di dollari  

Elon Musk vende un altro miliardo di dollari in azioni Tesla
2' di lettura

Elon Musk, CEO di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), martedì ha venduto azioni della casa automobilistica per un valore di 1 miliardo di dollari, secondo i documenti depositati presso la Securities and Exchange Commission.

Cosa è successo

I documenti, redatti martedì, indicano che Musk ha esercitato opzioni per l’acquisto di 2,15 milioni di stock option a 6,24 dollari ciascuna e che ha venduto 934.091 azioni.

Martedì le azioni Tesla hanno chiuso a 1.109,03 dollari per azione, il che conferisce alla vendita un valore di 1,03 miliardi di dollari.

Stando al documento, “le azioni ordinarie sono state vendute esclusivamente per soddisfare gli obblighi di ritenuta fiscale della persona segnalante”.

Perché è importante

Musk ha venduto le azioni per adempiere ai propri obblighi di ritenuta fiscale. Le vendite sono state effettuate dopo che il CEO di Tesla ha condotto un sondaggio tra i suoi follower su Twitter il 6 novembre, chiedendo loro se avrebbe dovuto vendere il 10% delle sue azioni; tuttavia, è emerso che il piano è stato messo in moto diversi mesi prima che si tenesse il sondaggio.

Secondo un report di venerdì, il valore cumulativo delle vendite settimanali di azioni Tesla è stato di 5,7 miliardi di dollari.

Il CEO di Tesla non riceve uno stipendio, ma viene remunerato attraverso un piano di stock option; Musk dovrà pagare imposte per 15 miliardi di dollari e probabilmente avrebbe venduto le azioni indipendentemente dall’esito del sondaggio.

Leggi anche: Elon Musk continua a vendere azioni Tesla

Secondo gli ultimi documenti depositati, il piano di trading finalizzato alla “vendita ordinata” delle azioni connesse all’esercizio delle stock option in scadenza l’anno prossimo è stato adottato il 14 settembre.

All’inizio di quest’anno Musk ha dichiarato che avrebbe venduto le azioni Tesla solo quando “non c’è scelta”.

Foto per gentile concessione di Nvidia tramite Flickr