Amundi: nel 2022 da preferire azionario, materie prime ed emergenti

1' di lettura

Il prossimo anno presenterà per gli investitori sfide maggiori rispetto al 2021: focus su inflazione, diversificazione e investimenti ESG. Il ciclo proseguirà ulteriormente ma con “meno frenesia sui mercati”

Una nuova sfida per gli investitori. Il 2022 presenterà maggiori sfide rispetto a quello che sta per concludersi in termini di costruzione del portafoglio. Nell’outlook 2022 Amundi mette in evidenza come l’inflazione giocherà un ruolo da non sottovalutare nelle scelte di asset allocation. L’azionario resta il segmento privilegiato, da tenere in considerazione anche le materie prime e i mercati emergenti.

INFLAZIONE SOTTO LA LENTE

Per Amundi gli investitori dovrebbero iniziare l’anno con una allocazione prudente, soprattutto considerando le valutazione di mercato elevate, puntando sui rendimenti reali. L’attenzione è sempre sull’aumento dei prezzi che, seppure in Europa cresca in maniera meno rapida rispetto agli Stati Uniti, resta il tema di fondo da tenere in considerazione per le scelte inerenti al portafoglio…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.