Nuova stretta del governo cinese su Tencent

1' di lettura

D’ora in avanti il colosso tech dovrà richiedere l’approvazione di Pechino per presentare al mercato tutti gli aggiornamenti delle proprie app

Non si ferma la morsa di Xi Jinping contro il settore tecnologico. D’ora in avanti, Tencent, colosso del tech cinese con circa 500 miliardi di dollari di capitalizzazione e investimenti ovunque anche nel comparto musicale, dovrà richiedere l’approvazione del governo cinese per le nuove app e gli aggiornamenti delle applicazioni esistenti. È quanto riferito dall’emittente statale CCTV, dopo che secondo le authority di Pechino, diverse app realizzate dalla società hanno violato le norme sulla privacy “in più di un’occasione”.

APP SOSPESE

Le approvazioni delle app sono attualmente sospese, con il ministero dell’Industria e dell’Information Technology cinese che deve ora esaminare tutte le nuove app e gli aggiornamenti prima che possano essere proposti al mercato. Questo processo, ha affermato l’emittente senza citare una fonte, potrebbe richiedere una tempistica di una settimana. Il titolo ha comunque chiuso in rialzo dell’1,2% sulla Borsa di Hong Kong, dopo che un portavoce del gruppo ha spiegato alla CNBC che la società “sta lavorando continuamente per migliorare le funzionalità di protezione degli utenti”, e sta collaborando “regolarmente con le agenzie governative competenti per garantire la conformità normativa. Le nostre app rimangono funzionanti e disponibili per il download”…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.