Amundi: portafogli multi-asset resilienti a prova di inflazione

Amundi: portafogli multi-asset resilienti a prova di inflazione
1' di lettura

Gli investitori multi-asset dispongono di un’ampia gamma di strumenti per far fronte a pressioni più forti sui prezzi, rendendo l’allocazione ben diversificata

Politica monetaria e tendenze dei mercati sono guidate dall’inflazione, per cui anche nella costruzione del portafoglio occorre riconoscerne il ruolo chiave, individuando ex ante un possibile cambiamento nel regime inflazionistico per ottimizzare i portafogli multi-asset. Gli investitori stanno cominciando a mettere in discussione la sostenibilità degli attuali livelli di mercato con inflazione più persistente che si sta materializzando in un quadro frammentato, con differenze tra aree geografiche, perché i dati sono robusti negli Stati Uniti, nel Regno Unito e nella maggior parte dei Mercati Emergenti, seguiti dall’Eurozona, ma sono inesistenti in Giappone e molto contenuti in Cina.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

NORMALIZZAZIONE DA METÀ 2022

Matteo Germano, Head of Multi-Asset di Amundi, spiega che dal 2021 si è registrata una fase iperinflazionistica, con gli indicatori di prezzi al consumo e alla produzione degli Stati Uniti nella fascia del 6-10%, in uno scenario che dovrebbe persistere nella prima parte del 2022, con inflazione strutturalmente superiore ai livelli pre-crisi. Germano prevede una certa normalizzazione a partire da metà 2022 e il rientro nella normalità nel 2023. Le banche centrali svolgeranno un ruolo cruciale nella gestione delle aspettative: hanno già riconosciuto che l’inflazione non è transitoria, ma restano “dietro la curva”, per cui la comunicazione sarà la chiave per evitare forti sell-off nel mercato…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.