Le ragioni per cui Ford non può competere con Tesla

Secondo Louis Navellier, Ford non può competere con Tesla nel settore dei veicoli elettrici nonostante miri a raddoppiare la produzione dell’F-150 Lightning

Le ragioni per cui Ford non può competere con Tesla
2' di lettura

In qualità di first mover, Tesla, Inc. (NASDAQ:TSLA) detiene una posizione leader di mercato nel settore dei veicoli elettrici; sebbene molti analisti ritengano che questo settore in rapida crescita sia in grado di supportare diversi attori, secondo Louis Navellier, gestore di Navellier & Associates, società di asset management con sede in Nevada, il dominio di Tesla non finirà presto.

Tesla resta al comando grazie alle batterie al litio-ferro-fosfato

Ford Motor Company (NYSE:F) è la principale azienda fra le case automobilistiche legacy ad aver spinto molto sul settore delle auto elettriche; tuttavia, nonostante Ford miri a raddoppiare la produzione del suo pick-up F-150 Lightning, non può ancora competere con Tesla, come comunicato da Navellier agli investitori attraverso le sue Daily Market Notes.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Navellier ha spiegato che Tesla ha il vantaggio di utilizzare le batterie al ferro-fosfato, che sono meno efficienti ma più economiche e vengono prodotte dall’azienda cinese di batterie CATL per i veicoli che escono dalla Gigafactory di Shanghai. Il noto asset manager ha poi aggiunto che, sebbene Tesla utilizzi le batterie agli ioni di litio di Panasonic Corporation (PNK:PCRFY) per i suoi veicoli prodotti negli Stati Uniti, sono i veicoli dotati di batterie CATL a dominare le vendite internazionali dell’azienda guidata da Elon Musk.

Secondo Navellier, le aziende rivali di Tesla stanno aspettando che aumenti la produzione delle batterie agli ioni di litio, ma nel frattempo perdono potenziali vendite di veicoli elettrici; l’analista prevede che questa situazione proseguirà fino a quando la produzione di batterie non soddisferà la domanda.

Leggi anche: Auto elettriche: le iniziative di Amazon, Sony e John Deere

Navellier ha osservato che al CES 2022 sono stati annunciati molti nuovi veicoli elettrici, fra cui il pick-up Chevy Silverado di General Motors Corporation (NYSE:GM) e la Vision EQXX di Mercedes – consociata di Daimler AG (PNK:DDAIF) – che offre un’autonomia di 620 miglia.

Anche Sony Group Corporation (NYSE:SONY) ha annunciato la sua incursione nel settore dei veicoli elettrici, ha affermato l’analista.

“Per la produzione di tutti questi nuovi veicoli elettrici mancano ancora due o più anni a causa di una grave carenza di batterie agli ioni di litio”, ha dichiarato Navellier nella nota.

Foto per gentile concessione di media.ford.com