Amundi: dieci implicazioni per gli investitori nel ‘cambiamento di regime’

Amundi: dieci implicazioni per gli investitori nel ‘cambiamento di regime’
1' di lettura

Pascal Blanqué, Chairman di Amundi Institute, ritiene che la crisi ucraina si inserisca in un trend più ampio di aggiustamento dell’ordine geopolitico che vedrà tra i vincitori una Cina più indipendente nel ciclo dagli USA

Siamo nel mezzo di un cambiamento di regime caratterizzato da forze inflazionistiche senza precedenti, verso un forte aggiustamento dell’ordine geopolitico, con la fine della globalizzazione e l’emergere della regionalizzazione incentrata su nuove potenze globali. Tra i vincitori ci sarà la Cina, il cui ciclo sta guadagnando indipendenza dagli Stati Uniti e che vede un ruolo crescente per il renminbi come valuta di scambio in Asia. Il conflitto Russia-Ucraina si aggiunge a questo scenario, con l’inflazione che è un elemento certo di questo nuovo regime e la stagflazione che è il suo rischio principale, e l’Europa l’area più impattata.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

LE DIECI IMPLICAZIONI PER GLI INVESTITORI

È l’analisi di Pascal Blanqué, Chairman dell’Amundi Institute, che indica dieci implicazioni per gli investitori: repricing globale, con il credito candidato principale, aspettative di inflazione, ricerca di rendimenti reali positivi, azioni attraenti in ottica strategica, emergere di strumenti cross-asset, resistere alla tentazione di rifugiarsi nelle obbligazioni, view di un dollaro più debole sul renminbi, benefici della diversificazione, detenere liquidità. Secondo Banqué la probabilità che il repricing si diffonda a livello globale non è bassa, e questo richiede coperture contro sviluppi più sfavorevoli. Più lunga è la “soluzione di breve termine”, maggiore è la probabilità di un aggiustamento durevole, il che potrebbe anche indurre le banche centrali ad abbandonare la posizione aggressiva…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.