Goldman Sachs è la prima banca di Wall Street che decide di abbandonare il mercato russo

Goldman Sachs è la prima banca di Wall Street che decide di abbandonare il mercato russo
1' di lettura

La società ha reso nota la decisione di sospendere le attività in Russia in seguito all’invasione dell’Ucraina. Restano, invece, nel Paese Deutsche Bank e le italiane UniCredit e Intesa Sanpaolo

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Aziende diverse, scelte diverse. Il numero di marchi occidentali che hanno lasciato, o si preparano a lasciare, la Russia aumenta ogni giorno. Una fuga post-sanzioni che sta riguardando anche molte società finanziarie, incluse le banche. Ma per una banca che lascia (Goldman Sachs) altre, come Deutsche Bank, decidono di restare.

GOLDMAN SACHS

La prima grande banca internazionale a lasciare il mercato russo è Goldman Sachs. Il colosso finanziario, secondo l’analisi di Bank of America, aveva un’esposizione piuttosto ridotta sul mercato russo: 940 milioni di dollari in totale, una piccola parte dell’attività totale di Goldman Sachs. “Goldman Sachs sta chiudendo la sua attività in Russia in conformità con i requisiti normativi e di licenza”, ha affermato una portavoce della banca. “Ci concentriamo sul supportare i nostri clienti in tutto il mondo nella gestione o nell’estinzione degli obblighi preesistenti nel mercato e nel garantire il benessere delle nostre persone”…

Continua la lettura



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.