Pre-market: futures USA piatti, attesa utili; crolla Netflix

Un’occhiata ai mercati da Benzinga: si attendono le trimestrali di Procter & Gamble, Tesla e Abbott

4' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultavano perlopiù invariati dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones era balzato di circa 500 punti. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili da The Procter & Gamble Company (NYSE:PG), Tesla, Inc. (NASDAQ:TSLA) e Abbott Laboratories (NYSE:ABT).

I dati sulle vendite di abitazioni esistenti negli Stati Uniti per il mese di marzo saranno pubblicati alle ore 10:00 ET. La presidente della Federal Reserve di San Francisco, Mary Daly, parlerà alle 10:30 ET; il presidente della Federal Reserve di Chicago, Charles Evans, interverrà alle 11:30 ET; Il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Raphael Bostic, prenderà la parola alle 13:00 ET. Il Federal Open Market Committee (FOMC) pubblicherà il suo ultimo rapporto Beige Book alle 14:00 ET.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Nel frattempo i futures sull’indice Dow Jones guadagnavano 4 punti attestandosi a 34.845 mentre quelli sull’S&P 500 arretravano di 1,50 punti a quota 4.457,75; i futures sul Nasdaq 100 erano in calo di 15,25 punti a 14.202.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,5% a 107,81 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,8% a 103,34 dollari al barile. Il report settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio degli Stati Uniti verrà diffuso alle ore 10:30 ET.

Attualmente gli Stati Uniti registrano il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 82.416.680 contagi e circa 1.016.150 vittime; intanto l’India registra un totale di almeno 43.047.590 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 30.279.270.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei erano positivi in apertura: l’indice STOXX Europe 600 guadagnava lo 0,9%, lo spagnolo Ibex 35 saliva dell’1,3% e il FTSE 100 di Londra era in aumento dello 0,5%; l’indice francese CAC 40 era in rialzo dell’1,5% e il tedesco DAX segnava +1,2%. Nel mese di febbraio la bilancia commerciale dell’Eurozona ha raggiunto un deficit di 7,6 miliardi di euro contro un surplus di 23,6 miliardi nello stesso periodo dell’anno scorso, la produzione industriale nell’Eurozona è cresciuta dello 0,7% su base mensile e l’Italia ha registrato un deficit commerciale di 1,7 miliardi di euro contro un surplus di 4,8 miliardi nello stesso periodo dell’anno scorso. A marzo l’inflazione annua dei produttori in Germania è aumentata al 30,9% dal 25,9% di febbraio.

Oggi i mercati asiatici hanno chiuso contrastati: l’indice giapponese Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,86%, mentre l’Hang Seng di Hong Kong ha ceduto lo 0,40% e il cinese Shanghai Composite ha perso l’1,35%; l’indice australiano S&P/ASX 200 ha avuto un aumento dello 0,1% e l’indiano BSE Sensex ha segnato +1%. Nel mese di marzo l’indice dei principali indicatori economici australiani del Westpac-Melbourne Institute è salito dello 0,3% su base annua. Alla riunione di aprile la People’s Bank of China ha mantenuto invariato il tasso di prestito di riferimento. A marzo il Giappone ha registrato un deficit commerciale di 412,39 miliardi di yen.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Citigroup hanno elevato il rating del titolo Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOGL) da Neutral a Buy e hanno alzato il target price da 2.965 a 3.500 dollari.

Martedì le azioni Alphabet hanno guadagnato l’1,8% chiudendo a 2.600,18 dollari.

Ultime notizie

  • Negli scambi in pre-market le azioni di Netflix Inc (NASDAQ:NFLX) sono crollate del 27% dopo che la società ha registrato ricavi sottotono per il primo trimestre; gli abbonati globali allo streaming a pagamento sono aumentati del 6,7% su base annua a 221,64 milioni, mentre il numero netto di nuovi abbonati globali allo streaming a pagamento ha registrato un calo di 200.000 unità.
  • Avient Corporation (NYSE:AVNT) ha annunciato un accordo per l’acquisizione di DSM Protective Materials al prezzo di 1,485 miliardi di dollari.
  • International Business Machines Corp (NYSE:IBM) ha annunciato risultati finanziari del primo trimestre migliori del previsto. Secondo quanto dichiarato, la società prevede che i ricavi in valuta costante per l’esercizio 2022 cresceranno nella fascia alta dell’intervallo a media cifra singola; inoltre, IBM continua a stimare un flusso di cassa libero per l’esercizio 2022 compreso tra 10 e 10,5 miliardi di dollari.
  • Anthem, Inc. (NYSE:ANTM) ha registrato utili del primo trimestre migliori del previsto.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.