Si raffredda l’accordo di acquisto Musk-Twitter?

Secondo l’analista di Wedbush Dan Ives, Elon Musk userebbe la questione dei bot come scusa per abbassare il prezzo o per abbandonare l’accordo  

Si raffredda l’accordo di acquisto Musk-Twitter?
2' di lettura

Secondo l’analista di Wedbush Securities Dan Ives, il CEO di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) Elon Musk probabilmente sta usando i bot come capro espiatorio per abbandonare l’accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter Inc (NYSE:TWTR) oppure per negoziare un prezzo inferiore.  

Cosa è successo 

“Un mutevole contesto di mercato azionario/rischio nell’ultimo mese e una serie di altri fattori legati al finanziamento hanno indotto Musk a “raffreddarsi” sull’accordo per l’acquisto di Twitter, il problema dei bot non è nuovo e probabilmente è più un capro espiatorio per spingere verso un prezzo più basso”, ha scritto Ives in una nota.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

“L’elefante nella stanza per il board di Twitter è il fatto che Musk può abbandonare l’accordo in cambio di una piccola penale da 1 miliardo di dollari… e probabilmente cita il problema degli account bot/fake come motivo; ma questo probabilmente verrebbe contestato da Twitter nei tribunali”.

Il contesto

Gli sviluppi seguono i commenti di Musk nel corso di una conferenza tech a Miami; Musk ha infatti affermato che un accordo su Twitter a un prezzo più basso non sarebbe “fuori discussione”.  

La scorsa settimana l’uomo più ricco del mondo aveva dichiarato che l’accordo è attualmente in sospeso; Musk infatti ha messo in dubbio i dati pubblici divulgati da Twitter sul numero di account spam e fake sulla sua piattaforma.

Lo scontro sui bot

Lunedì Musk ha stimato che gli utenti fake costituiscono almeno il 20% di tutti gli account Twitter, probabilmente spingendo il CEO Parag Agrawal a offrire il suo punto di vista sulla questione.  

Musk intende rendere Twitter un’azienda privata non quotata e ha promesso di restituire la libertà di parola e di dibattito sulla piattaforma; l’accordo dovrebbe essere finalizzato entro la fine dell’anno, una volta che azionisti e regolatori avranno dato la loro approvazione.

Effetto sul titolo Tesla

Ives ha detto che i due scenari — Musk che abbassa il suo prezzo di acquisto oppure abbandona l’accordo — rimuovono alcuni degli sbalzi di Twitter mentre rallentano i timori di vendita sul titolo. 

L’analista ha mantenuto sulle azioni Tesla il rating Outperform e il target price di 1.400 dollari.

Movimento dei prezzi 

Lunedì le azioni Twitter hanno chiuso in ribasso dell’8,8% a 37,39 dollari e le azioni Tesla hanno chiuso con un -5,8% a 724,37 dollari.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.